Sabaudia, taniche di benzina davanti a sede Parco nazionale del Circeo

Investigatori a lavoro, nessuna ipotesi è esclusa
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Nella notte ignoti hanno posizionato tre taniche di benzina davanti la sede dell’ente Parco nazionale del Circeo, a Sabaudia. Accanto alle taniche e’ stata lasciata una busta indirizzata al comandante della stazione Carabinieri forestali di Sabaudia. Gli investigatori sono al lavoro.

COSTA: “ATTO CRIMINALE CONTRO CHI LAVORA PER LEGALITÀ”

“Un atto intimidatorio al Parco del Circeo. Hanno trovato taniche di benzina e una lettera indirizzata ai colleghi del Comando dei carabinieri forestali.
Lettera che in queste ore sara’ esaminata anche dai Ris. Un gesto volto a condizionare chi ogni giorno lavora e lotta per la tutela della legalita’ e dell’ambiente in una zona sotto attacco del malaffare e degli appetiti criminali”. Cosi’ il Ministro dell’Ambiente Sergio Costa sul suo profilo facebook. “Nella mia vita- scrive Costa- ho condotto tante indagini contro i criminali ambientali e so che significa essere minacciati.

Per questo io e il ministero siamo al fianco dei Carabinieri Forestali che continuamente controllano e presidiano il parco. Un attentato vile. Ecco perche’ e’ urgente tutelare i parchi. Ecco perche’ stiamo lavorando pancia a terra, tutti i giorni, con tutte le forze politiche, per portare a casa nel minor tempo possibile le nomine, proprio a partire da quella del Circeo”. “È una nuova visione quella che stiamo portando avanti: competenza, lotta contro l’illegalità e trasparenza devono viaggiare insieme.

E cosi’ stiamo facendo- aggiunge Costa- A giorni la nomina per il Circeo sara’ effettiva, cosi’ come quelle di altri Parchi italiani con professionalita’ di alto spessore e che sapranno lavorare al servizio del bene comune e della tutela del territorio e della biodiversita’. Adesso tutti gli attori concorrano ad accelerare il processo lavorando tutti insieme per il bene della collettivita’ e dell’ambiente. Non tolleriamo attacchi criminali ai parchi”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

24 Giugno 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»