De Luca. Cantone: “Quando ho detto la mia opinione sono stato massacrato”

"Se uno dice qualcosa, sembra che vuoi aiutare Tizio o Caio, persino se dici delle cose scontate", dice presidente dell'Autorità anticorruzione Cantone
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

raffaele cantoneROMA – “Sulla vicenda Severino-De Luca ho provato una volta ad esprimere la mia opinione, ma mi hanno praticamente massacrato. Questa è un’Italia non per liberi pensatori. Se uno dice qualcosa, sembra che vuoi aiutare Tizio o Caio, persino se dici delle cose scontate”. Così il presidente dell’Autorità nazionale anticorruzione Raffaele Cantone, a margine del seminario ‘Capitalism in the 21st century: stagnation versus growth in Europe?’, che si è tenuto alla facoltà di Economia dell’università di Tor Vergata a Roma, a chi gli chiedeva un commento sulla sospensione del neo governatore della Campania, Vincenzo De Luca.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»