hamburger menu

Torna il bando ‘Missione Comune’, Istituto Credito Sportivo e Anci rinnovano l’intesa

L'Ics mette a disposizione 150 milioni per il bando destinato agli enti territoriali. Nuove risorse anche per il mutuo 'Sport Verde Comune'

24/05/2022
ics bando sport missione comune

ROMA – L’Istituto per il Credito Sportivo (ICS) e l’Associazione Nazionale Comuni Italiani (ANCI), rinnovano la sfida alla crisi per sostenere ripresa e sviluppo, annunciando l’apertura del bando ‘Sport Missione Comune 2022’ dedicato agli Enti Territoriali. Il Bando è finalizzato alla realizzazione e al miglioramento dell’impiantistica sportiva, anche scolastica e delle piste ciclabili, a cui si aggiunge ‘Sport Verde Comune’, la misura dedicata agli interventi di efficientamento energetico, tema che l’ICS e l’Associazione che riunisce i Comuni d’Italia presidiano con sempre maggiore impegno.

Con queste iniziative, ICS e ANCI forniscono a tutti i Comuni e le Città Metropolitane, che intendono investire nello Sport, gli strumenti, anche in chiave di supporto tecnico, in grado di dare un utile contributo in questa particolare fase storica. ICS, infatti, mette a disposizione 150 milioni di euro per mutui a tasso fisso, fino a 20 anni, da stipulare obbligatoriamente entro il 31 dicembre 2022 per usufruire dell’opportunità offerta dal nuovo bando. Da oggi, 24 maggio 2022, sarà quindi possibile presentare le istanze che potranno usufruire dei contributi in conto interessi stanziati dal Comitato di Gestione dei Fondi Speciali ICS per il bando che negli ultimi anni ha consentito l’apertura di oltre 2.000 cantieri e il miglioramento dei luoghi pubblici dedicati allo Sport.

Le agevolazioni del bando ‘Sport Missione Comune 2022’ privilegiano gli interventi cosiddetti ‘prioritari’, come ad esempio quelli totalmente destinati all’abbattimento delle barriere architettoniche, all’adeguamento alla normativa antisismica, all’implementazione della tecnologia, al miglioramento degli impianti scolastici e allo sviluppo delle piste ciclabili, e quelli ammessi a usufruire delle risorse del PNRR e del Bando ‘Sport e Periferie’. Sono inoltre privilegiati gli interventi relativi alle istanze presentate entro il 30 settembre 2022.

Nel catalogo delle opportunità anche il mutuo denominato ‘Sport Verde Comune’, destinato agli interventi di efficientamento energetico sugli impianti sportivi degli Enti Locali che prevede il totale abbattimento degli interessi fino a 20 anni di durata, per un importo unitario massimo di 500.000 euro.

Garantire il miglioramento qualitativo e quantitativo dell’impiantistica sportiva del Paese rappresenta, per la sua rilevanza e le sue implicazioni sociali, una delle priorità dell’Istituto per il Credito Sportivo che, di concerto con il Dipartimento per lo sport della Presidenza del Consiglio dei ministri e la preziosa collaborazione dell’ANCI, condivide da sempre l’ambizioso obiettivo di favorire investimenti pubblici ad alta intensità e utilità sociale.

“In questa delicata fase storica, nella quale l’ottimismo e la speranza, fattori indispensabili per la ripresa e il rilancio del nostro Paese, potranno affermarsi solo sulla base di fatti concreti e positivi, di scelte coraggiose e intraprendenti – ha affermato il presidente dell’Istituto per il Credito Sportivo, Andrea Abodi – ICS e ANCI mettono a disposizione del mondo dello Sport nuovi finanziamenti a condizioni agevolate, dedicati alle infrastrutture sportive, per migliorarne la sicurezza, l’accessibilità, la tecnologia e l’efficienza energetica. Questa iniziativa e il plafond finanziario messo a disposizione dal Credito Sportivo a supporto dei bandi PNRR Sport e ‘Sport e Periferie’, rafforzano ulteriormente la collaborazione tra strumenti finanziari pubblici, giustamente più volte auspicata dalla Sottosegretaria allo Sport, Valentina Vezzali”.

Per Abodi, “in particolare, con la pubblicazione del bando Sport e Periferie che prevede un cofinanziamento del 15% che potrà essere messo a disposizione degli enti territoriali proprio attraverso ICS, sono certo che si possa rendere sistematica la sinergica collaborazione tra le diverse istituzioni, leva fondamentale per promuovere e facilitare la ripresa. L’ICS, banca sociale per lo sviluppo sostenibile dell’Italia attraverso lo Sport e la Cultura, crede fermamente che il miglioramento dei luoghi nei quali si pratica lo sport, dagli impianti convenzionali a quelli a cielo aperto che impreziosiscono i nostri territori, rappresenti un necessario fattore di aggregazione, inclusione e coesione, indispensabile efficacemente per prevenire e contrastare tutte le varie forme di patologia sociale”.

Secondo la sottosegretaria Vezzali “costruire nuovi impianti, riqualificare e ampliare l’impiantistica sportiva esistente sarà la nostra priorità promuovendo nuovi target di efficientamento energetico. In questa ottica si inseriscono i bandi Sport Missione Comune e Sport Verde Comune promossi da ICS e ANCI, a dimostrazione della positiva sinergia tra le istituzioni nell’ambito dei progetti legati al PNRR e al bando Sport e Periferie. Tutto ciò rientra nel programma Sport Per Tutti che ho definito inclusivo, sostenibile, concreto e reale”.

Infine Roberto Pella, vicepresidente vicario dell’Anci con delega allo Sport: “Siamo soddisfatti che anche per quest’anno l’Istituto per il Credito Sportivo rinnovi il proprio impegno insieme ad ANCI per i Comuni italiani dando loro l’opportunità, grazie ai finanziamenti a tasso zero, di costruire e rendere più efficienti gli impianti pubblici territoriali e le piste ciclabili, potenziando l’offerta sportiva per i cittadini e promuovendo stili di vita sani e corretti. La partnership e la stretta collaborazione tra i nostri due importanti enti sta continuando a dare ottimi risultati ed è destinata a proseguire, in sinergia con le attività della Sottosegretaria allo Sport Vezzali che oggi ha presentato il nuovo bando ‘Sport e Periferie’, nell’ottica di investire per un futuro di sviluppo e di salute per il nostro Paese”.

I progetti definitivi o esecutivi dovranno essere relativi alla costruzione, all’ampliamento, all’attrezzatura, alla riqualificazione e messa a norma di impianti sportivi e/o strumentali all’attività sportiva, anche a servizio delle scuole, compresa l’acquisizione delle aree e degli immobili e piste ciclabili. Sono agevolabili anche i finanziamenti per le maggiori spese dovute a variazioni di prezzo in aumento dei materiali da costruzione. Ciascun Ente potrà godere del totale abbattimento degli interessi, su uno o più mutui, sino a un importo massimo variabile dai 2 ai 6 milioni di euro in base alle classi demografiche e alla tipologia dell’Ente beneficiario. Le istanze potranno essere presentate tramite il portale dedicato, accessibile dal sito www.creditosportivo.it, entro non oltre le ore 24:00 del 2 dicembre 2022.

Per interventi relativi esclusivamente all’efficientamento energetico degli impianti sportivi, sono invece riservate le agevolazioni del mutuo ‘Sport Verde Comune’.
Per maggiori informazioni consultare l’area dedicata sul sito www.creditosportivo.it.

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-05-24T19:28:07+02:00