Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Vaccino, Brusaferro: “Serviranno i richiami. Avanti con la campagna per arrivare a togliere le mascherine”

SILVIO BRUSAFERRO
Il presidente dell'Istituto superiore di sanità: "In estate si può pensare di rilasciare le mascherine, partendo dai contesti all'aperto"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Fino a che non sarà immunizzata la maggior parte della popolazione, è importante rispettare le regole note. Anche la popolazione giovane andrà protetta, perché la fascia 20-40 anni è quella che sostiene più di altre la circolazione“. Lo ha dichiarato il presidente dell’Istituto superiore di sanità Silvio Brusaferro, intervistato da Repubblica. Solo progredendo con la campagna vaccinale, ha proseguito Brusaferro, si potrà pensare ad allentare l’uso della mascherina: “Si tratta di uno strumento che riduce la possibilità di circolazione del virus. È chiaro che questa cala con l’aumento delle persone immunizzate, così è possibile in certi contesti poter togliere la mascherina. Con la velocità che ha preso la campagna vaccinale è facile che nei prossimi due mesi avremo coperture ancora più rassicuranti. Così si potrà pensare di rilasciare progressivamente le mascherine, partendo dai contesti all’aperto”.

LEGGI ANCHE: Covid, gli infermieri potranno vaccinare i fragili a domicilio

“SI VA VERSO L’ENDEMIA, SERVIRANNO I RICHIAMI”

Per quanto riguarda l’evoluzione del Covid a livello nazionale e mondiale, con il Regno Unito che sta facendo i conti con la variante indiana, Brusaferro ha spiegato: “È opinione diffusa a livello globale che stiamo andando verso una fase di endemia, cioè con una continua e diffusa circolazione del virus ma anche, grazie alla vaccinazione, meno intensa. Poi sappiamo che esiste il fenomeno delle varianti. La possibilità che emerga una variante che ancora non conosciamo e renda meno efficaci i vaccini non si può escludere”. Quindi, per tenere sotto controllo la situazione, per il presidente dell’Istituo superiore di sanità serviranno ancora tanti vaccini: “È molto probabile che si debbano fare dei richiami“, ha sottolineato Brusaferro.

LEGGI ANCHE: Vaccino, la Commissione europea firma un contratto con Pfizer per 1,8 miliardi di dosi

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»