Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

A Bologna arriva (in prova) il cassonetto con il pulsante/FOTO e VIDEO

Non solo l'apertura diventa elettronica, ma anche l'altezza del cassonetto è stata migliorata per buttare più comodamente i rifiuti
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

BOLOGNA – Un pulsante al posto della tradizionale leva manuale e un’altezza migliorata per incrementare la corretta raccolta dei rifiuti e combattere il fenomeno degli abbandoni. È il nuovo cassonetto per la raccolta indifferenziata svelato questa mattina da Hera e Comune di Bologna di fronte alla sede del quartiere Savena, che sarà oggetto di una sperimentazione di due mesi. La novità consiste nel miglioramento delle operazioni di apertura, effettuate attraverso un sistema elettronico semplicemente premendo un pulsante, mentre per la chiusura basta utilizzare la pedaliera. Anche l’altezza è stata migliorata, per favorire l’inserimento dei rifiuti. Inoltre, l’apparecchio è già predisposto per l’utilizzo di una tessera elettronica che, “entro qualche anno”, spiega l’assessore comunale Riccardo Malagoli, peserà la singola produzione di rifiuti e di conseguenza la tariffazione.

La sperimentazione partirà dall’1 giugno con 10 prototipi posizionati nelle strade principali del quartiere, tra cui via Calabria, via degli Ortolani, via Milano e via Sardegna. Per le prime due settimane Hera metterà a disposizione dei tutor per informare la cittadinanza.

di Davide Landi, giornalista

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»