A Milano irreperibile uno studente del Ciad: doveva laurearsi a marzo

Ali Ibrahim è originario del Ciad, il paese centrafricano che ha appena visto la destituzione del controverso presidente dall'ininterrotto mandato trentennale e dove ora infuria la guerra civile
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

MILANO – Si sarebbe dovuto laureare in Scienze Politiche a marzo all’Università Statale di Milano, ma da febbraio si sono perse le sue tracce. Si chiama Ali Ibrahim, ed è originario del Ciad, il paese centrafricano che ha appena visto la destituzione di Idriss Déby Itno, 68enne e controverso presidente dall’ininterrotto mandato trentennale (ottenuto con un colpo di stato il 2 dicembre 1990). Ed ora vi infuria la guerra civile tra sostenitori e detrattori del figlio di Déby, subito subentrato al padre.

LEGGI ANCHE: Ciad, il console Favaretto: “Se Ali è prigioniero rischia la vita”

Trentuno anni di regno di Déby, vero e proprio sultano del Ciad, trenta di vita finora per Ali, classe ’91, iscritto alla Statale e residente in Italia da diversi anni. Tra alcuni suoi amici cresce la preoccupazione, perché il ragazzo è di fatto irreperibile ormai da mesi e, stando a quanto si apprende, il 4 febbraio avrebbe fatto ritorno in patria “per far visita ai parenti”, dopo aver ultimato esami e tesi, in attesa della sessione di laurea. Un vero e proprio mistero, che purtroppo coincide con un periodo delicato per il paese subsahariano.

LEGGI ANCHE: Caos in Ciad dopo la morte del presidente Déby, i ribelli: “Vogliamo la democrazia”

Déby intanto è stato sostituito al potere dal figlio Mahamat ‘Kaka’ Idriss Déby, che formalmente dovrebbe guidare il Ciad in una transizione di 18 mesi, anche se in realtà c’è la possibilità che la faccenda duri molto di più. Nel frattempo, a Milano qualcun altro si chiede dove sia finito Ali Ibrahim.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»