fbpx

Tg Lazio, edizione del 24 aprile 2020

CORONAVIRUS: NEL LAZIO 78 NUOVI CASI, 9 DECESSI E 63 GUARITI

Nel Lazio sono 78 i nuovi casi di positivita’ al coronavirus, 9 i decessi, 63 i pazienti guariti. I numeri sono emersi durante la videoconferenza odierna della task-force regionale per il Covid-19 alla presenza dell’assessore regionale alla Sanita’, Alessio D’Amato. Intanto su proposta dell’assessore e’ stata approvata la delibera, contenente le indicazioni sui test sierologici sugli operatori sanitari e delle Forze dell’Ordine nella regione Lazio. “Serviranno a verificare come e’ circolato il virus in determinati contesti- ha detto D’Amato- non daranno la patente di immunità”.

ZINGARETTI VISITA STRUTTURA ALTO CONTENIMENTO SPALLANZANI

Il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, ha visitato questa mattina, insieme al ministro della Salute, Roberto Speranza e al governatore della Banca d’Italia, Ignazio Visco, la struttura di Alto contenimento dell’Istituto Spallanzani di Roma. I nuovi spazi sono dotati di 20 posti in più di terapia intensiva, realizzati in meno di tre settimane grazie anche al contributo della Banca D’Italia che ha stanziato 4 milioni di euro. “Questo luogo- ha detto Zingaretti- è la dimostrazione di cosa voglia dire aver chiuso la pagina del commissariamento della sanita’ del Lazio. Dobbiamo fare in modo che il futuro sia migliore del passato”.

CAMPIDOGLIO A LAVORO PER FAR PARTIRE SERVIZIO MONOPATTINI

Approvare la delibera sui monopattini e far partire il servizio a Roma “a ridosso della fase 2”. Questo l’obiettivo del Campidoglio secondo quanto riferito oggi dall’assessore ai Trasporti, Pietro Calabrese, che è intervenuto in videoconferenza alla presenza delle 5 società di micromobilità pronte a partire: Lime, Bird, Voi, Dott e Hive. “E’ in corso un confronto molto sofferto con il segretariato- ha spiegato Calabrese- ma immagino si chiuderà a favore del licenziamento della delibera sulla micromobilità. Abbiamo necessità di partire a ridosso della fase 2”.

IV MUNICIPIO ROMA, DA M5S MOZIONE SFIDUCIA A DELLA CASA

Il Movimento 5 stelle rischia di perdere il IV Municipio. I consiglieri di maggioranza hanno infatti presentato una mozione di sfiducia per la presidente Roberta Della Casa, adducendo tra le motivazioni, “l’incapacità della Giunta di proporre progetti” e la sostituzione “in soli tre anni e mezzo di 11 assessori, 5 direttori di Municipio, 2 direttori tecnici, 3 direttori di area socio-educativa, che hanno provocato una forte instabilita’ e rallentamenti nell’azione e negli interventi”. Il Partito democratico appoggera’ la mozione al momento del voto in aula.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Guarda anche:

24 Aprile 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»