Coronavirus, Liguria popolare vuole via libera ai surfisti

Il presidente di Liguria popolare, Andrea Costa, presenterà un ordine del giorno in consiglio regionale
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

GENOVA – Non solo jogging, bici e pesca come preannunciato dal governatore Giovanni Toti. Liguria popolare vorrebbe l’imminente via libera anche per far tornare i surfisti a cavalcare le onde. E il presidente di Liguria popolare, Andrea Costa, annuncia la presentazione di un ordine del giorno in consiglio regionale.

LEGGI ANCHE: Pasti all’ombrellone o in stanza, l’Emilia-Romagna prova a salvare l’estate

“In Italia sono in tanti coloro che praticano surf, soprattutto in Liguria e Toscana, e ricordo che stiamo parlando di uno sport olimpico- afferma Costa- molti surfisti liguri hanno la fortuna di avere il mare davanti a casa e hanno, pertanto, la possibilità di entrare in mare seguendo tutte le disposizioni di sicurezza. Mi attiverò in consiglio regionale, con un apposito ordine del giorno, affinché il presidente Toti, da sempre attento e sensibile alle esigenze della nostra terra, consenta la possibilità di praticare il surf con tutte le prescrizioni conseguenti”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»