Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

A Napoli la carica dei 4mila per Zero-100, Famiglie in fiera

NAPOLI - Genitori, nonni e bambini hanno affollato piazza Garibaldi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

NAPOLI – Genitori, nonni e bambini hanno affollato piazza Garibaldi lo scorso fine settimana, tra musica, teatro e laboratori di clownterapia: dallo spettacolo di Rosalia Porcaro ai workshop di Michael Christensen, almeno 4000 le presenze.

L’occasione è stata Zero-100, Famiglie in fiera, la tre giorni, a cura delle Onlus Teniamoci per mano e Afepat (Associazione ferrovieri e pensionati amanti del treno), che ha animato gratuitamente gli spazi pedonali antistanti la Stazione Centrale.

“Siamo davvero soddisfatti perché per tre giorni Piazza Garibaldi è stata sottratta alla desolazione e al degrado. Grazie al villaggio Zero – 100, non solo le famiglie ed i passanti, ma anche i turisti e gli habitué, hanno potuto fruire di spettacoli, animazione e vivacità. Solo la bellezza può vincere sul degrado e aggiungerei: un sorriso allunga la vita”.

Così Arianna Cavallo, responsabile Sepa, società organizzatrice dell’evento, che ha poi anticipato: “Stiamo pensando già ad una seconda edizion”.

Dopo l’inaugurazione di venerdì scorso, con Ermanno Russo, vicepresidente Consiglio regionale della Campania, il padre carmelitano Don Francesco della Basilica del Carmine e Fra Salvatore per la Caritas Diocesana Napoli, il programma è proseguito con concerti, laboratori e spettacoli.

Da Giancarlo Tommasone all’Accademia musicale Verdi di Volla, tanti gli ospiti che si sono alternati sul palco. Tra questi anche Rosalia Porcaro, che è andata in scena con “Core ‘ngrato”, e Michael Christensen, inventore della clownterapia.

“Napoli – ha detto Christensen – mi emoziona fin dagli anni ’70 quando vi arrivai per la prima volta”.

Lo statunitense è stato ospite in città in occasione del primo raduno nazionale di Teniamoci per mano che ha portato in piazza circa trecento volontari (tra quelli che sono riusciti a spostarsi dalle varie regioni italiane). Successo anche per i laboratori di puppets e clownterapia che hanno coinvolto bambini e adulti, dagli 8 ai 60 anni. Per la terza età successo anche per le visite mediche gratuite organizzate, sempre in piazza, dall’Afepat. Risate ed allegria con la compagnia Afepat degli Artisti innamorati che si sono esibiti in “Napule mille culture”, e con La terra dei comici che ha presentato lo spettacolo, “Sogno di una notte di mezza primavera”.

La manifestazione ha sottolineato l’entusiasmo e la dedizione di coloro che lavorano nel sociale, dalla parte dei più bisognosi e di chi soffre come l’Afepat che, in collaborazione con La Caritas Diocesana di Napoli, da anni organizza eventi e attività per la terza età proprio nella zona di Piazza Garibaldi.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»