A Cagliari il primo asilo nido all’Università

cagliari asilo nido università
Il servizio rappresenta un'ulteriore tessera del progetto "Tessera baby", voluto dal Rettore Maria Del Zompo: "Vogliamo che le nostre ragazze possano studiare senza problemi"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

CAGLIARI – Parte a Cagliari il progetto dell’asilo nido all’Università, tra i primi in Italia ad ospitare anche i figli degli studenti e delle studentesse dell’Ateneo. Il servizio è stato inaugurato questa mattina in via Trentino e potrà ospitare fino ad un massimo di 14 bambini, quattro dai tre ai 12 mesi, e 10 tra i 13 e i 36 mesi. L’asilo rappresenta una ulteriore tessera del progetto “Tessera baby”, voluto dal Rettore Maria Del Zompo e promosso dal Comitato unico di garanzia presieduto da Francesco Mola, che ha preso avvio nell’anno accademico 2014-2015 con l’attivazione dei parcheggi riservati per le studentesse in attesa, l’accesso alle “stanze rosa”, l’accesso preferenziale ai servizi di segreteria, l’accesso gratuito al materiale dei corsi e-learning e la possibilità di concordare con i docenti l’orario di svolgimento degli esami di profitto.

cagliari asilo nido università2

Nel 2018 il progetto si è arricchito dello “Spazio bambino ludoteca”, un servizio di accoglienza gratuito, destinato ai figli degli studenti e delle studentesse titolari della “tessera baby” e del personale universitario, che consente di affidare i bambini alle cure di personale specializzato, affiancato dagli studenti tirocinanti del corso di laurea in Scienze della formazione primaria e Scienze dell’educazione.

Vogliamo che le nostre ragazze possano studiare senza problemi, senza rinunciare all’idea di costituire una famiglia– spiega il rettore Del Zompo-. Questa è davvero un’iniziativa di tutto l’Ateneo, tutti l’hanno condivisa fino alla fine. Per sostenere le famiglie servono servizi, che purtroppo non ci sono più: ecco perché con questa iniziativa abbiamo deciso di andare in questa direzione. Sono contenta di chiudere il mandato con un ateneo che permette agli studenti e a tutti coloro che lavorano all’Università di proseguire a fare il loro lavoro senza dover rinunciare a nulla”.

Disco verde dal Comune di Cagliari: “Complimenti all’ateneo di Cagliari per questa nuova iniziativa- le parole di Rita Dedola, assessora alle Politiche universitarie-. Una struttura che offre nuove opportunità anche ai cittadini e si aggiunge a quelle già esistenti”. È un’iniziativa “che aiuta a non abbandonare gli studi– spiega Federico Sias, presidente del Consiglio degli studenti-. Oggi siamo felici, speriamo che l’ateneo prosegua in questa direzione per sostenere gli iscritti e le iscritte”.

LEGGI ANCHE: Il grido degli albergatori sardi: aiuti subito o sarà morte certa

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»