De Magistris: “Sindaco di Napoli fino alla fine, commissariamento sarebbe devastante”

luigi de magistris
L'ex Pm ha annunciato che a maggio il Consiglio comunale sarà chiamato a votare il bilancio di previsione, ma esclude che possa esserci una bocciatura
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

NAPOLI – “Resterò sindaco fino alla fine e poi mi auguro di diventare il nuovo presidente della Regione Calabria”. Lo ha detto il sindaco di Napoli Luigi de Magistris in una conferenza stampa durante la quale ha elencato le deleghe conferite ai componenti della giunta, annunciando l’ingresso di Donatella Chiodo nella squadra di governo. L’ex Pm ha annunciato che a maggio il Consiglio comunale sarà chiamato a votare il bilancio di previsione, ma ha escluso che, a causa delle ultime fibrillazioni politiche legate alle dimissioni dell’ex assessora di demA Eleonora de Majo, possa esserci una bocciatura con il conseguente commissariamento.

“Sono tranquillo – ha assicurato il primo cittadino – non vedo segnali di fumo o situazioni incendiarie. La maggioranza dei consiglieri voterà a favore del rendiconto e del bilancio. Io resterò sindaco nel pieno delle funzioni fino all’ultimo giorno. Il commissariamento – ha detto de Magistris – sarebbe devastante, chi sostiene il commissariamento è un nemico di Napoli”. Il sindaco ha spiegato di aver avuto incontri con molti consiglieri comunali negli ultimi giorni “e ho molto apprezzato – ha aggiunto – la volontà della maggioranza dei consiglieri di voler continuare, ognuno con il proprio ruolo, a dare un contributo. La città si aspetta questo”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»