In 40 mila tornano in Sicilia, Razza: “Molti dei contagi dipendono da questi rientri”

"Abbiamo chiesto ai cittadini di registrarsi ma purtroppo non tutti lo hanno fatto", dichiara a Storie italiane l'assessore alla Salute
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

PALERMO  – Sono quarantamila i cittadini siciliani rientrati finora nell’Isola a seguito dell’emergenza coronavirus e registratisi sulla piattaforma telematica messa a punto dalla Regione. Il dato è stato reso noto dall’assessore alla Salute, Ruggero Razza, intervistato da ‘Storie italiane’, su RaiUno. “Abbiamo chiesto a tutti i cittadini di registrarsi ma purtroppo non tutti lo hanno fatto – ha spiegato Razza -. Stiamo incrociando i dati e posso dire che molti dei contagi che si stanno verificando sono proprio da queste azioni di rientro”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»