Camere, il Pd tagliato fuori. Renzi: “Sto alla larga, decidono i caminetti”

"Io sto alla larga, alla larghissima" dalla partita sui presidenti delle Camere. Cosi' Matteo Renzi arrivando al Senato.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Io sto alla larga, alla larghissima” dalla partita sui presidenti delle Camere. Cosi’ Matteo Renzi arrivando al Senato.

L’ex premier ed ex segretario del Pd sta a guardare e, dopo aver schierato il Partito Democratico su posizioni aventiniane, attacca: “Stanno decidendo i caminetti”.

Poi, un commento: il centrodestra va su Casellati? “Chi l’avrebbe mai detto…”.

RENZI INVENTA IL RITORNELLO: ‘TOCCA A LORO. PUNTO’

“Tocca a loro. Punto”. E’ il refrain, una sorta di tormentone, con il quale Matteo Renzi, al Senato, risponde ai cronisti che gli chiedono un commento sulla trattativa per le presidenze.

Allora, siete soddisfatti? “Tocca a loro. Punto”. L’accordo M5s-centrodestra prelude a un’intesa sul governo? “Tocca a loro. Punto”, risponde Renzi, che poi si informa: “Ma adesso come funziona. Votiamo, poi sentiamo la presidente e andiamo, giusto?”

Intanto il Partito Democratico è rimasto tagliato fuori dalle trattative per le presidenze delle Camere: i dem presenteranno quindi due candidature di bandiera, quella del ministro dell’istruzione Valeria Fedeli al Senato e quella di Roberto Giachetti alla Camera.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»