Sondaggio Agorà/Ixè: 75% italiani teme attentati, M5S resta primo partito

ROMA - Nei giorni dell’attentato di Londra, il 75% degli italiani
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Nei giorni dell’attentato di Londra, il 75% degli italiani teme atti terroristici nel nostro Paese. La percentuale, molto alta, rispecchia lo stato d’animo di paura dei nostri connazionali, che da due anni l’Istituto Ixè sonda per Agorà  (Raitre). A gennaio 2015, pochi giorni dopo l’attentato a Charlie Hebdo, era il 72% a temere atti terroristici in Italia; ad aprile 2016 (subito dopo l’attentato di Bruxelles) la quota era del 78%. Nei giorni in cui si celebra il sessantesimo anniversario dei Trattati di Roma, inoltre, il 57% degli italiani si dice contento di essere cittadino dell’Unione Europea. Un italiano su tre (34%), al contrario, non è soddisfatto di far parte dell’Ue.

M5S sempre in testa nelle intenzioni di voto dell’Istituto Ixè fatte per Agorà (RaiTre). Il movimento fondato da Beppe Grillo è al 27,9%, con un incremento dello 0,4% rispetto alla settimana scorsa. Pressoché stabile il Pd, che scende dal 26,5% al 26,4%. Forza Italia, intanto, supera la Lega Nord (12,8% a 12,2%). Sale ancora, anche se dello 0,1%, il Movimento Democratico e Progressista, che raggiunge il 4,3%.

Stabile al 27% la fiducia in Paolo Gentiloni mentre Matteo Renzi scende dal 25 al 24 per cento. Intanto, secondo l’Istituto Ixè – che ha fatto un sondaggio per Agorà (RaiTre) – il governo risale di 1 punto in sette giorni, raggiungendo il 24%.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»