hamburger menu

Ucraina, padre Ladnyuk: “Al fronte per mettere in salvo i bambini”

"Sul fronte orientale è in corso un'offensiva su larga scala, speriamo di poter entrare nell'area e di fare ritorno a Dnipro già questa sera"

Pubblicato:24-02-2022 15:15
Ultimo aggiornamento:24-02-2022 15:15
Canale: Europa
Autore:
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

ROMA – “Stiamo partendo con macchine e pulmini; ci siamo organizzati con i parroci locali e speriamo di ritornare dalla regione di Lugansk con i bambini entro questa sera“: così all’agenzia Dire padre Oleh Ladnyuk, salesiano a Dnipro, una città dell’est dell’Ucraina prossima alle aree sotto il controllo dei separatisti filo-russi.

Il contesto è quello dell'”operazione speciale” annunciata dal presidente Vladimir Putin e condotta dalle forze di Mosca. “Stanno colpendo soprattutto gli aeroporti”, dice il religioso, “sia nell’area di Kiev che in quella di Kharkiv e più a ovest perfino a L’viv, dove si sarebbero verificati due raid a nord e uno a sud della città”.

L’attenzione di padre Ladnyuk è però tutta sul Donbass, la regione dell’est contesa dall’esercito ucraino e dai separatisti filo-russi, ora sostenuti dalle forze di Mosca. “Dalla regione di Dnipro vogliamo raggiungere quella di Donetsk e poi quella di Lugansk per trasferire i bambini in difficoltà” riferisce il salesiano. “Sul fronte orientale è in corso un’offensiva su larga scala, speriamo di poter entrare nell’area e di fare ritorno a Dnipro già questa sera”. Padre Ladnyuk precisa di essere diretto in una zona del Donbass rivendicata dalle forze separatiste ma ancora sotto il controllo dell’esercito ucraino, a ridosso della linea di contatto fissata dai cosiddetti Accordi di Minsk del 2015.

Con la Dire padre Ladnyuk aveva parlato già nei giorni scorsi. Con la locale comunità greco-cattolica, i salesiani si stavano preparando all’eventualità di un aggravarsi del conflitto con raid dell’aviazione o anche l’arrivo di carri armati russi. “Prevediamo di trasferire prima i bambini e le donne, che porteremmo qui a Dnipro dalle zone sulla linea del fronte” aveva detto il religioso. “Stiamo preparando le automobili per poter poi raggiungere le parrocchie”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-02-24T15:15:54+01:00