Vaccino, la proposta del Cts Lombardia: “Una sola dose ai guariti”

vaccino_pfizer
Inviata una richiesta al Cts nazionale. Ad annunciarlo in commissione Sanità al Pirellone il dirigente della direzione generale Welfare della Lombardia, Marco Salmoiraghi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

di Maria Laura Iazzetti

MILANO – Il Cts della Regione Lombardia ha inviato una richiesta al Cts nazionale per somministrare una sola dose ai soggetti che hanno già incontrato il virus e sviluppato gli anticorpi. Ad annunciarlo in commissione Sanità al Pirellone il dirigente della direzione generale Welfare della Lombardia, Marco Salmoiraghi. Il Cts regionale ha chiesto di “non considerare i pazienti guariti come prioritari nella campagna vaccinale e, quando verranno vaccinati, di somministrargli una sola dose”. “Stiamo sollecitando per avere una risposta. Il Comitato nazionale sembrerebbe disposto ad assecondare la nostra risposta”, conclude Salmoiraghi.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»