L’arrivo in Italia delle salme di Attanasio e Iacovacci

attanasio iacovacci salme ciampino
Ad accoglierle all'aeroporto militare di Ciampino il presidente del Consiglio Mario Draghi, con i ministri Guerini e Di Maio
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Sono tornate in Italia le salme dell’ambasciatore Luca Attanasio e del carabiniere Vittorio Iacovacci, uccisi dopo un’imboscata nella Repubblica Democratica del Congo. Ad accoglierle all’aeroporto militare di Ciampino il presidente del Consiglio Mario Draghi. Con lui i ministri della Difesa e degli Esteri, Lorenzo Guerini e Luigi Di Maio. Assente il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, a causa di una indisposizione.

LEGGI ANCHE: Morte ambasciatore, governo Congo accusa ribelli Rwanda che “smentiscono ogni coinvolgimento”

La cooperante in Congo: “Insicurezza è routine quotidiana”

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»