Allarme Coronavirus: unità? Tutti d’accordo tranne Salvini

L’editoriale di Nico Perrone per DireOggi
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Di fronte all’avanzare del contagio serve la massima unità, anche a livello politico. L’allarme coronavirus arriva nei palazzi della politica. Oggi a Montecitorio si è vista una deputata girare con la mascherina, mentre qualche altro deputato scherza, tenendosi però a distanza, con gli altri colleghi della Lombardia e del Veneto. Fratelli d’Italia e Forza Italia, pur mostrandosi disponibili alla massima collaborazione con le misure adottate dal Governo, hanno chiesto di modificare subito il calendario dei lavori per dare massima priorità al decreto con le misure urgenti per arginare il virus varato dal Governo. In aula è in via di approvazione il decreto legge sulle intercettazioni, sul quale verrà messa la fiducia. Da parte della Lega, invece, nessuna concessione al dialogo. Anzi, tutti e 125 deputati leghisti si sono iscritti a parlare mettendo in atto l’ostruzionismo. Attenzione anche alle ricadute sulla nostra già debole economia. Piazza Affari è crollata ed anche lo spread sta risalendo. Segnali preoccupanti che hanno spinto diverse forze politiche a chiedere misure urgenti al Governo contro la recessione. Su questo versante anche il leader della Lega è pronto a collaborare sullo stop a versamenti Iva, Irap, Irpef e contributi per tutti quelli che saranno colpiti dalle ordinanze restrittive. Il Governo si è detto disponibile e già nelle prossime ore arriverà un nuovo decreto per sospendere i tributi erariali e contributivi con aiuti alle piccole e medie imprese delle zone colpite. Silenzio sugli altri temi del dibattito politico. Sotto traccia continua il duro confronto nel centrodestra sulle prossime elezioni regionali. La Lega di Matteo Salvini ha rimesso in discussione l’accordo già sottoscritto e ora rivendica la candidatura in Puglia, assegnata invece a Raffaele Fitto di Fratelli d’Italia. La leader Giorgia Meloni ha alzato le barricate dirottando Salvini sulla Campania data a Forza Italia: «Lega e Fi già governano in molte regione, noi abbiamo solo l’Abruzzo, serve un riequlibrio», ha detto.

LEGGI DIREOGGI | EDIZIONE DEL 24 FEBBRAIO 2020

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

24 Febbraio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»