Coronavirus, ‘inventano’ caso su Facebook: denunciati

Scatta l'accusa per procurato allarme per due uomini di Avellino, che avevano diffuso su Facebook la notizia (falsa) di un caso di coronavirus nella zona di Serino
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

NAPOLI – Scatta l’accusa per procurato allarme per due uomini di Avellino. Sono stati i carabinieri di Serino a denunciare un 40enne e un 60enne che avrebbero diffuso false notizie su un gruppo Facebook, seguito da migliaia di persone, sulla presenza nel serinese di un cittadino affetto da nuovo coronavirus.

I due sono stati deferiti in stato di libertà alla procura della Repubblica di Avellino.

LEGGI ANCHE:

No, il coronavirus non è una semplice influenza: la fondazione Veronesi spiega perchè

Coronavirus, i film e le serie tv sulle epidemie

Coronavirus, la Chiesa di Bologna sospende le Messe: quella delle Ceneri va in tv

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

24 Febbraio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»