Archeologia industriale. III commissione approva pdl per valorizzare siti dismessi

POTENZA - La terza Commissione consiliare, presieduta da Francesco Pietrantuono (Psi),
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
palazzo-regione-copyPOTENZA – La terza Commissione consiliare, presieduta da Francesco Pietrantuono (Psi), ha espresso oggi parere favorevole all’unanimità (presenti al momento del voto il presidente Pietrantuono e i consiglieri Cifarelli, Miranda Castelgrande, Robortella – Pd, Bradascio – Pp, Mollica – Udc, Romaniello e Pace – Gm) sulla proposta di legge di iniziativa dei consiglieri Polese, Cifarelli (Pd) e Mollica (Udc) riguardante la “Valorizzazione del patrimonio di archeologia industriale presente sul territorio regionale”.
Scopo del provvedimento, che passa ora all’esame dell’Aula per la definitiva approvazione, quello di “valorizzare ed in qualche caso salvare dal degrado – si legge nella relazione – alcuni importanti siti presenti nella nostra Regione, così da sfruttare anche quegli spazi che sembrano essere invece destinati alla demolizione, dando dignità e nuova vita agli edifici, che in molti casi hanno scritto pagine di storia della nostra regionale”.
 Si prevede un censimento dei siti di archeologia industriale che compongono il patrimonio regionale, da aggiornare periodicamente, ed un piano triennale di intervento per la sua valorizzazione, con la possibilità di erogare contributi finanziari per lo studio, il censimento, la catalogazione scientifica, la divulgazione didattica, la realizzazione di sistemi informativi e portali web dedicati all’archeologia industriale, il riuso e la valorizzazione dei siti industriali dismessi ad uso commerciale, espositivo o turistico – culturale.
Ai lavori della Commissione, oltre al presidente Pietrantuono (Psi), hanno partecipato i consiglieri Cifarelli, Miranda Castelgrande e Robortella (Pd), Bradascio (Pp), Mollica (Udc), Romaniello e Pace (Gm), Rosa (Lb-Fdi) e Castelluccio (Pdl-Fi).

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»