Salvini a Tor Sapienza, applausi e rabbia contro rom e politica VIDEO

Applausi, ruspe in miniatura ma anche rabbia e frustrazione da parte dei residenti di Tor Sapienza durante la visita di Matteo Salvini
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

salvini_tor_sapienza

ROMA –  Applausi, ruspe in miniatura ma anche rabbia e frustrazione da parte dei residenti di Tor Sapienza durante la visita questa mattina di Matteo Salvini. All’arrivo del leader leghista, alcuni cittadini, per la maggior parte anziani, hanno inveito per una situazione “di totale degrado”, per la prostituzione dilagante, per “i continui furti negli appartamenti” ma anche “alle fermate e all’interno dei mezzi pubblici” e per la presenza di due campi rom (via salviati e via di salone), “da dove si alzano continuamente fumi tossici“. Il leader del Carroccio è stato quindi accolto in parte come un salvatore (“finalmente qualcuno che si occupa dei veri problemi dei cittadini e pensa in primis italiani”), e in parte con scetticismo: “I politici sono tutti uguali- ha detto un residente- promettono ma quando vengono eletti si dimenticano tutto, e lui non farà eccezione”. Tanta la rabbia nei confronti di rom e politici: “Paghiamo la tassa per i rifiuti, i rom li producono. Sporcano e buttano tutto per terra, per non parlare della sicurezza. Qui di notte non si può stare e i politici li difendono”, ha concluso con toni accesi un residente.

“Chi vuole governare con la Lega, i campi rom li deve chiudere non ampliare o popolare”, hadetto Salvini ai cittadini. “Chi vuole governare con la Lega- ha ribadito- a Roma, come a Torino, Milano e Bologna, deve avere la legalità, l’ordine pubblico, la sicurezza, la pulizia e il decoro come primo punto all’ordine del giorno”.

 “Se c’è qualcuno che ha dei diritti bisogna aiutarlo, per gli altri nessuna tolleranza” ha aggiunto poi Salvini visitando il campo nomadi di via Salviati.

SALVINI: SISTEMARE CAMPI IN SEI MESI O ‘SPIANARLI’ –  “O si mette in regola o io in sei mesi questo campo lo spiano in sei mesi”. Lo ha detto il leader della Lega, Matteo Salvini durante l’incontro con i residenti di Tor Sapienza a Roma, prima della visita al campo di via Salviati. Campagna elettorale solo sui rom? “No- ha risposto- ma io do priorità alle segnalazioni che vengono dai cittadini e la sicurezza è al primo posto”.

di Ugo Cataluddi, giornalista

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»