Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Canili, portati via i cani dalla struttura ‘Ex poverello’ di Vitinia – VIDEO E FOTO

Alla fine del mese scorso si era parlato anche di una proroga per emergenza sanitaria fino al 30 aprile. Per i cani dell'ex Poverello, però, oggi è stato l'ultimo giorno passato nella struttura
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

CANILE VITINIA_SGOMBERO

ROMA – Sono stati portati via i circa 20 cani ospitati nella struttura ‘ex Poverello’, al km 13.800 della via del Mare, a Vitinia. Allo spostamento hanno assistito anche le forze dell’ordine. Al momento, secondo quanto si apprende, i cani sarebbero stati portati a Villa Andreina, una struttura non molto distante. Il canile ‘ex Poverello’, così come quello della Muratella, era gestito dall’associazione Volontari Canile di Porta Portese (Avcpp) e si trova in custodia giudiziaria.

Il 31 dicembre scorso era scaduta la proroga per il servizio di gestione. Dopo la protesta dei lavoratori, la gestione commissariale del Comune di Roma aveva concesso una nuova proroga di un mese, fino al 31 gennaio, in attesa dell’espletamento della gara europea di prossima indizione. Alla fine del mese scorso si era parlato anche di una proroga per emergenza sanitaria fino al 30 aprile. Per i cani dell’ex Poverello, però, oggi è stato l’ultimo giorno passato nella struttura.

LEGGI ANCHE: A rischio chiusura i canili della Muratella e di Vitinia. L’Anac dà parere negativo alla proroga della gestione

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»