Casini: “Basta ordalie anti-renziane, bisogna fare i conti con Matteo”

Pier-Ferdinando-Casini
Il senatore annuncia che alla relazione Bonafede voterà no
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA –  “Italia Viva ha premuto troppo sull’acceleratore, non vi è dubbio alcuno. E sono finiti fuoristrada. Ma oggi non deve prevalere un infantilismo nel segno opposto: basta con tutte queste ordalie anti-renziane. Bisogna rimboccarsi le maniche e rifare i conti con Matteo e i suoi. So gia’ l’obiezione: Conte e Renzi si detestano. Sapete che cosa vi dico? Pazienza. la storia, non solo italiana, e’ piena di politici che si detestavano ma governavano, e bene, insieme”. Lo dice il senatore Pier Ferdinando Casini, in un’intervista a ‘Il Resto del Carlino’, dove si conferma anche convintissimo che non si andrà al voto: “Nessuno vuole davvero andare alle urne prima della fine della legislatura. Di piu’: l’Italia non lo vuole e chi le auspica nel mondo politico in realta’ non ha nemmeno lontanamente voglia di farle. È un teatro che serve solo tatticamente per creare paura e accelerare la soluzione”.

CASINI: “SONO GENEROSO, MA NON POSSO VOTARE SÌ A BONAFEDE

“No, per quanto mi sforzi di essere generoso non potrò certo votare a favore”. Anche il senatore Pier Ferdinando Casini dirà ‘no’ alla relazione del ministro della Giustizia Alfonso Bonafede: “Lo ascolterò con attenzione, ma escludo di poter votare a favore. Sulla giustizia l’esecutivo non si è mosso. Aspettiamo ancora la Commissione tecnica sulla prescrizione che aveva promesso il presidente Conte, per non parlare delle intercettazioni i cui abusi continuano a piene mani e della vicenda non chiarita della rivolta nelle carceri”. Ma il sostegno al governo Casini non lo farà mancare: “Non faccio giochetti. Quando ho lasciato Berlusconi, ho affrontato le mie responsabilità da solo, senza sotterfugi. E così farò adesso. Del resto, mi hanno eletto i bolognesi. E i miei concittadini non vogliono crisi“.

LEGGI ANCHE: Bellanova: “Relazione Bonafede? Difficile sostenerla”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»