Zimbabwe, paga il miliardario: sciopero dei medici verso lo stop

Lo sciopero e' iniziato perche' il personale sanitario esigeva pagamenti adeguati all'inflazione galoppante
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Un miliardario dello Zimbabwe si e’ impegnato a pagare i medici del servizio pubblico per porre fine al loro sciopero, che per oltre quattro mesi ha paralizzato la sanita’ del Paese.

Strive Masiyiwa, magnate delle telecomunicazioni, versera’ i salari e i contributi dei dottori per sei mesi. I circa 600 medici delle 1.600 cliniche e ospedali dello Stato dovrebbero ottenere circa 300 dollari al mese, contro i 200 che ricevevano in precedenza.

Lo sciopero e’ iniziato perche’ il personale sanitario esigeva pagamenti adeguati all’inflazione galoppante. Ora il sindacato dei medici ha invitato gli iscritti ad accettare il compromesso in attesa che si trovi una soluzione definitiva. Secondo quanto dichiarato alla stampa dal miliardario, gia’ ieri 500 medici avevano fatto richiesta per ottenere gli aiuti.

La rivista Forbes stima il patrimonio di Masiyiwa intorno al miliardo e 100mila dollari. L’imprenditore ha fondato Econet Wireless, maggiore azienda di telecomunicazioni del Paese, oltre alla Liquid Telecommunications Ltd che offre servizi satellitari e fibra ottica in tutto il continente. Inoltre Masiyiwa e’ azionista delle reti mobili di Burundi e Lesotho e ha investito nel settore tecno-finanziario e in quello energetico in vari Paesi del continente.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

24 Gennaio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»