VIDEO | Bari, arrestati i due esecutori della gambizzazione di Nicolangelo Manzari

Il movente dell’agguato, avvenuto lo scorso 12 gennaio, sarebbe riferito a contrasti per il controllo dello spaccio di droga
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

BARI – Nei frame registrati dalle telecamere di videosorveglianza posizionate in via Torre di mare a Triggiano in provincia di Bari si vedono due persone corpulente che con caschi integrali indosso e a bordo di uno scooter si fermano in una stradina, aspettano qualcuno. Nei frame successivi i due fuggono subito dopo aver esploso alcuni colpi di pistola verso Nicolangelo Manzari, 36enne con precedenti penali, ferendolo alle gambe. Ne sono convinti i carabinieri che hanno arrestato Pietro Raimondi – 42enne, sorvegliato speciale – che da un anno aveva terminato di scontare una condanna per un precedente omicidio – e Vito Magistro, di 24 anni. Il 42enne, per gli inquirenti, era alla guida dello scooter, il 24enne invece avrebbe premuto il grilletto.

Il movente dell’agguato, avvenuto lo scorso 12 gennaio, sarebbe riferito a contrasti per il controllo dello spaccio di droga. Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, i due la mattina della gambizzazione sarebbero andati a casa della vittima per chiedergli un incontro che è stato rifiutato. Da lì, l’imboscata e il ferimento del 36enne.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

24 Gennaio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»