Polemica sul mafia tour a Napoli, Airbnb rimuove l’annuncio

De Magistris: "Organizzazioni criminali non sono attrazioni"
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

NAPOLI – “Abbiamo verificato la presenza in piattaforma di un’esperienza proposta a Napoli i cui contenuti sono in violazione dei nostri termini e condizioni. Abbiamo perciò provveduto a rimuoverla“. Così Airbnb annunciando l’eliminazione dalla proprio sito del Mafia tour inserito, su iniziativa della guida Vittorio, nel catalogo delle esperienze che si possono fare a Napoli.

DE MAGISTRIS: “LE ORGANIZZAZIONI CRIMINALI NON POSSONO TRASFORMARSI IN ATTRAZIONI TURISTICHE”

Le organizzazioni criminali non possono trasformarsi in attrazioni turistiche. Auspico che Airbnb prenda immediatamente provvedimenti in merito. Dal letame nascono i fiori, dalla mafia nasce solo morte. #difendilacitta’”.

Cosi’ via Twitter il sindaco di Napoli aveva commenta il Mafia tour a Napoli da 25 euro a persona proposto da Vittorio sulle piattaforme Airbnb e TripAdvisor.

“La giornata iniziera’ dal centro storico dove verra’ fatta un introduzione della storia di Napoli e come e’ nata la mafia (camorra). Andremo – si legge nella presentazione – in tutti i luoghi centrali della citta’ dove si potra’ capire con semplici spiegazioni come la mafia opera e quello che fanno.

Cammineremo per i vichi (vicoli, ndr) del centro storico, Forcella e i quartieri spagnoli dove c’e’ ancora attivita’ criminale anche se non si vede. Il tour verra’ fatto solo nella zona centrale dove una volta era poco turistica e molto pericolosa ma adesso e diventata molto piu’ sicura ed inoltre sarete guidate da me che sono una persona del posto”.

“Come se non bastassero i pregiudizi, le superficialita’, le banalizzazioni su Napoli e i napoletani, ora arriva anche lo sfruttamento a fini turistici di una piaga che fiacca lo sviluppo sano della citta’ e che va combattuta con tutte le forze, ogni minuto. Da tutti. Banalizzare e sfruttare un dramma e’ operazione triste, dannosa e penosa”.

Cosi’ il deputato Alessandro Amitrano (M5s) che aggiunge: “La nostra citta’ e’ una capitale millenaria della cultura, con centinaia di luoghi da scoprire, ad ogni angolo – ha osservato il parlamentare -. Di un tour del genere, offerto persino in inglese, non si sentiva alcun bisogno”. 

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

24 Gennaio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»