Mogli, manager, controfigure: ecco chi c’era dietro i geni. Lucarelli lancia ‘Inseparabili’

In prima serata su Sky Arte da martedì 29 gennaio la serie "Inseparabili", dedicata alle figure di 'grandi' che hanno sempre lavorato nell'ombra.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

BOLOGNA – Citando una celebre frase attribuita a Virginia Woolf, spesso si dice che dietro ogni grande uomo c’è sempre una grande donna. Allo stesso modo, dietro ogni genio c’è molte volte qualcuno che, lavorando nell’ombra e dietro le quinte, è stato fondamentale perchè si affermasse il grande artista in primo piano. E’ sulla base di questa idea che lo scrittore Carlo Lucarelli ha realizzato, insieme alla sua casa di produzione ‘Bottega finzioni’, un nuovo format che andrà in onda su Sky arte a partire da martedì prossimo, 29 gennaio, in prima serata.

La serie “Inseparabili. Vite all’ombra del genio” è composta da otto puntate, da 26 minuti ciascuna, condotte dallo stesso Lucarelli, che nel suo ormai tipico stile racconterà le vite dei personaggi all’ombra di grandi artisti. Qualche esempio? Dino Valdi, la quasi sconosciuta controfigura di Totò, a cui sarà dedicata la prima puntata del format. Oppure Mary Austin, compagna e amica di Freddie Mercury, il leggendario cantante dei Queen. E ancora, per rimanere in ambito musicale, si parlerà di Butch Vig, il produttore discografico che contribuì a fare grandi i Nirvana, e di Brian Epstein, storico manager dei Beatles.

Le altre puntate saranno dedicate a Lee Strasberg, maestro di recitazione di Marilyn Monroe; al poeta Guillaume Apollinaire, grande amico di Pablo Picasso; alla sceneggiatrice Alma Reville, moglie del regista Alfred Hitchcock; e a Sofja Andreevna Bers, moglie dello scrittore Lev Tolstoj. 

Il nuovo format “Inseparabili” è stato presentato oggi a Bologna nella sede di ‘Bottega finzioni’ dallo stesso Lucarelli insieme, tra gli altri, al direttore di Sky Arte, Roberto Pisoni, e agli assessori alla Cultura di Regione e Comune, Massimo Mezzetti e Matteo Lepore. “Sky Arte per me è diventata un po’ come la stanza dei giochi- scherza Lucarelli- sono libero di inventare e sono molto contento”.

Con il nuovo format, continua lo scrittore, “raccontiamo le storie degli artisti da un altro punto di vista“. Le riprese sono state realizzate nel complesso delle terme Berzieri di Salsomaggiore, in provincia di Parma, una location studiata apposta per riflettere il tema alla base del racconto, ovvero portare alla luce le storie di chi è sempre vissuto nell’ombra. Per i contributi degli esperti, invece, è stato scelto il teatro di villa Aldrovandi Mazzacorati a Bologna.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

24 Gennaio 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»