Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

VIDEO|Rogo di Primavalle, appello trasversale a Virginia Raggi per ridare sede all’associazione Mattei

ROMA - "Ridate una casa all'associazione Fratelli Mattei. Riassegnate a Giampaolo la vecchia sede. Aprite un museo sugli anni di
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Ridate una casa all’associazione Fratelli Mattei. Riassegnate a Giampaolo la vecchia sede. Aprite un museo sugli anni di piombo“. Queste le richieste trasversali lanciate oggi al sindaco di Roma, Virginia Raggi, da alcuni senatori e deputati di Fdi, Pd e FI, da Fabio Rampelli a Monica Cirinnà, da Walter Verini a Maurizio Gasparri, riuniti a palazzo Madama alla presenza dello stesso Giampaolo Mattei per fare il punto della situazione dopo la chiusura, avvenuta alcuni mesi fa, dello storico spazio a Primavalle.
La sede dell’associazione che ricorda la memoria di Virgilio e Stefano Mattei, i due figli dell’allora segretario locale del Msi, Mario, morti tra le fiamme del rogo di Primavalle, il 16 aprile 1973, causato da un attentato incendiario, è stata ufficialmente sfrattata il 7 novembre 2018 per morosità dal suo indirizzo storico nel quartiere Marconi.

“La sede- ha ricordato oggi Giampaolo- venne acquisita nel patrimonio comunale dall’allora sindaco Veltroni e assegnata direttamente alla nostra associazione. Anni dopo gli uffici del Patrimonio mi hanno iniziato a recapitare bollettini di pagamento ad un canone irrisorio, 304 euro. Io ho sempre e solo chiesto di avere un contratto regolare che non ho mai avuto”. Il risultato di questa situazione è stato lo sfratto di pochi mesi fa. Ora un fronte trasversale chiede a Raggi di riassegnare una sede all’associazione per ricordare la tragica morte dei due fratelli.
Non si fa schieramento politico davanti ai morti per terrorismo– ha commentato Cirinnà- il silenzio della Raggi ci fa capire due cose tragiche: i grillini non hanno una storia alle spalle e della memoria, come si dice a Roma, ‘non gle ne frega nulla’. Raggi non capisce che ogni sede di cultura e memoria va mantenuta e fatta vivere in trasversalità”.
“Raggi- ha aggiunto Rampelli- dia una nuova e definitiva casa all’associazione Fratelli Mattei. Questa conferenza stampa è simbolicamente importante perché e bene constatare come il superamento di quella pagina triste della storia nazionale sia condiviso al di là degli schieramenti. Non so se questa vicenda sia stata causata da superficialità, distrazione o dolo. Ma mi sento di fare un appello alla sindaca Raggi: dei tanti che hanno sofferto per quella guerra civile strisciante che ha coinvolto mezza città lei non può non farsene carico. Ascolti Giampaolo Mattei. Inoltre le chiedo di realizzare anche un museo sugli anni di piombo a Roma“.
“Questo sfratto è un’autentica vergogna- ha aggiunto Gasparri- Raggi ponga riparo. Si vedano tutti gli aspetti amministrativi ma uno sfratto ad un’associazione che ricorda il rogo di Primavalle e che offre una memoria condivisa è un atto a cui porre rimedio”. Alla conferenza era presente anche il consigliere comunale di Fdi, Andrea De Priamo. “Speravamo che quello sfratto fosse un atto di natura burocratica e non politica- ha detto- Invece è andato avanti ed è stata bocciata anche una mostra mozione per fermarlo. Raggi ha promesso un incontro a Giampaolo Mattei ma non c’è mai stata nemmeno una telefonata“.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»