hamburger menu

In Liguria la Regione aiuterà chi vuole farsi un “tatuaggio medico”

Approvata in consiglio una proposta della Lega per sostenere chi vuole coprire cicatrici e ferite di interventi chirurgici o malattie della pelle

Pubblicato:23-12-2022 13:19
Ultimo aggiornamento:23-12-2022 13:20
Canale: Liguria
Autore:
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

GENOVA – Tatuaggi per coprire cicatrici e ferite di interventi medici o malattie della pelle. La Regione Liguria aiuterà economicamente i pazienti che vorranno realizzare quest’opera di camouflage sul proprio corpo. L’impegno è stato preso dalla giunta nel corso della seduta di bilancio in consiglio regionale, dando parere favorevole a un ordine del giorno presentato dal leghista Alessio Piana e approvato all’unanimità.

Il documento chiede all’esecutivo regionale di “avviare un percorso per mettere a sistema in tutta la Liguria l’esecuzione di diversi tatuaggi con finalità medica, utili a coprire le cicatrici deturpanti di particolare impatto sulla psiche del paziente: ricostruzione dell’areola e del capezzolo, camouflage di cicatrici atrofiche e ipertrofiche e cheloidi, esiti cicatriziali di labiopalatoschisi, ricostruzione delle ciglia e sopracciglia o camouflage di cicatrici nel caso di pazienti oncologici o di persone con altre patologie”. La Regione, dettaglia Piana, “offrirà anche un sostegno economico per supportare i pazienti che non riescono a sostenere i costi dell’intervento in maniera autonoma, coinvolgendo anche i tatuatori estetisti con qualifica di dermopigmentisti o con formazione specifica”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-12-23T13:20:31+01:00