Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Covid, Usa: “Da Fda via libera alla pillola di Merck”

pillola_medicina_farmaci
Molnupiravir è un farmaco che agisce introducendo errori nel codice genetico del virus SARS-CoV-2, che impedisce al virus di replicarsi ulteriormente
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Semaforo verde per la pillola antivirale per il Covid-19 della casa farmaceutica Merck. Lo ha deciso la Food and Drug Administration statunitense, che ha rilasciato un’autorizzazione all’uso di emergenza per il molnupiravir per il trattamento della malattia da coronavirus da lieve a moderata (Covid-19) negli adulti con risultati positivi del test virale SARS-CoV-2 diretto, e che sono ad alto rischio di progressione verso il Covid-19 grave, incluso il ricovero in ospedale o la morte, e per i quali le opzioni terapeutiche alternative contro il Covid-19 e autorizzate dalla Fda non sono accessibili o clinicamente appropriate.

Disponibile solo su prescrizione medica, molnupiravir deve essere iniziato il prima possibile dopo la diagnosi di Covid-19 ed entro cinque giorni dall’insorgenza dei sintomi. L’antivirale orale non può essere assunto da pazienti di età inferiore ai 18 anni, perchè può influenzare la crescita ossea e cartilaginea.

Molnupiravir è un farmaco che agisce introducendo errori nel codice genetico del virus SARS-CoV-2, che impedisce al virus di replicarsi ulteriormente. La Fda ricorda che molnupiravir non sostituisce la vaccinazione nei soggetti per i quali sono raccomandate la quella anti Covid-19 e una dose di richiamo. La Fda ha infatti approvato un vaccino e ne ha autorizzati altri per prevenire il Covid-19 e gravi esiti clinici associati a un’infezione da Covid-19, inclusi il ricovero in ospedale e la morte. La Food and Drug Administration statunitense esorta i cittadini a farsi vaccinare e a ricevere un richiamo se idoneo. Ieri era arrivato il via libera alla pillola anti Covid-19 targata Pfizer.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»