Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Quirinale, Centrodestra: “Candidato unitario, siamo maggioranza naturale”

"Il vertice ha confermato l'intesa e la sintonia di una coalizione che oggi governa con ottimi risultati la maggioranza delle regioni italiane"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Il centrodestra affronterà unito tutti i prossimi appuntamenti istituzionali ed elettorali, dall’elezione del capo dello Stato fino alle prossime elezioni amministrative e politiche, nel rispetto delle scelte fin qui compiute da ciascuna delle sue componenti, ma nella consapevolezza della comune responsabilità di rappresentare la maggioranza naturale degli italiani, un’Italia che guarda all’Europa e al mondo orgogliosa della propria storia e della propria identità”. È quanto si legge in un comunicato congiunto dei leader del centrodestra al termine del vertice a Villa Grande.

La riunione, si legge ancora, si è svolta “per discutere della situazione politica, alla luce della complessa situazione economica e sanitaria. Il vertice ha confermato l’intesa e la sintonia di una coalizione che oggi governa con ottimi risultati la maggioranza delle regioni italiane e che aspira a tornare al governo del Paese, sulla base di valori comuni e di un programma condiviso, per unire e non per dividere, per far crescere l’Italia nella libertà, nel benessere, nella sicurezza, nelle garanzie, nell’attenzione verso i più deboli”. 

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»