Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Archiviata l’inchiesta su Carola Rackete: “Fece il suo dovere”

Salvò i migranti in difficoltà e non commise alcun reato
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Secondo la giudice per le indagini preliminari del tribunale di Agrigento, Micaela Raimondo, la comandante della Sea Watch 3, Carola Rackete, fece “il suo dovere” salvando migranti in difficoltà e non commise alcun reato entrando in porto a Lampedusa con i naufraghi soccorsi.

La gip ha accolto la richiesta di archiviazione nei confronti di Rackete. Sea Watch sui propri social esulta: “Cade anche l’ultima accusa. Abbattuto il muro del Decreto Sicurezza bis”.

LEGGI ANCHE: Carola Rackete rispettò l’obbligo di soccorso
Salvini: “Carola Rackete? Non vedo l’ora di andare a processo”

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»