Trovata morta in Canada l’attivista pachistana Mehrab

Mehrab, 37 anni, era un'oppositrice del governo pachistano, che accusava di violenze e abusi dei diritti umani
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – E’ stata ritrovata priva di vita Karima Mehrab Baloch, l’attivista per i diritti umani pachistana scomparsa domenica scorsa e ritrovata nella serata di ieri dalla polizia. La donna aveva ottenuto l’asilo politico in Canada e viveva a Toronto, città in cui si è anche consumata la tragedia.

Mehrab, 37 anni, era un’oppositrice del governo pachistano, che accusava di violenze e abusi dei diritti umani. Si batteva inoltre per l’indipendenza della regione sud-occidentale del Belucistan, zona contesa da tempo tra Pakistan e Iran e preda dal 2015 di attacchi di gruppi armati. La comunità etnica dei beluci vorrebbe invece creare uno stato indipendente, e negli anni ha denunciato la pratica dei sequestri e delle sparizioni forzate da parte delle autorità. Dopo la notizia della morte di Mehrab, gli stessi gruppi hanno chiesto un’inchiesta che faccia luce sulle responsabilità degli apparati statali.

Caroline de Kloet, addetta stampa della polizia canadese, ha dichiarato che al momento la morte della donna “non è considerata dagli inquirenti frutto di un’azione criminale e non si ritiene che ci siano circostanze sospette“.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»