Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Edilizia scolastica, in 3 anni interventi per 90 milioni di euro

NAPOLI - Su proposta dell'assessore all'Istruzione e politiche sociali Lucia Fortini, la Giunta regionale ha approvato la delibera
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

NAPOLI – Su proposta dell’assessore all’Istruzione e politiche sociali Lucia Fortini, la Giunta regionale ha approvato la delibera che consente di procedere, entro il 31 dicembre 2015, all’accensione di un prestito con la Banca europea degli investimenti (Bei) finalizzato alla realizzazione del Piano triennale di interventi per l’edilizia scolastica della Regione Campania, per un contributo pari a 90 milioni di euro.
“L’edilizia scolastica nella nostra Regione – ha dichiarato l’assessore Fortini – rappresenta una vera e propria emergenza. Con questo provvedimento approvato dalla Giunta di Vincenzo De Luca consentiremo interventi di natura ordinaria e straordinaria a tanti edifici scolastici della Campania”.

buona scuolaNella stessa riunione di Giunta, è stata approvata la delibera di adesione alla Delivery unit (Unità di consegna) regionale dell’innovazione, con il compito di realizzare misure di accompagnamento e sostegno per le scuole secondarie di secondo grado, nell’ambito dell’attuazione della riforma nazionale della “Buona Scuola”, con particolare attenzione per le attività di comunicazione, orientamento e attivazione di modelli innovativi, sotto il profilo didattico, metodologico e organizzativo.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»