hamburger menu

A Peglio la nuova Casa dell’Acqua di Marche Multiservizi

Consentono di ridurre il consumo di bottiglie di plastica ed evitano le emissioni di C02 in atmosfera per il trasporto ed il recupero

Pubblicato:23-11-2022 19:31
Ultimo aggiornamento:23-11-2022 19:31
Canale: Ambiente
Autore:
acqua-rubinetto
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

PESARO – A Peglio, in provincia di Pesaro Urbino, è stata inaugurata oggi la nuova Casa dell’Acqua di Marche Multiservizi alla presenza del presidente della Multiutility Andrea Pierotti, dell’amministratore delegato Mauro Tiviroli e del sindaco di Peglio Cristina Belpassi. Ma i grandi protagonisti sono stati i bambini e le bambine della scuola primaria ‘Fausta Fratesi’ che hanno partecipato all’inaugurazione e che hanno contribuito con i loro disegni a personalizzare la Casetta in cui si potrà acquistare l’acqua a 5 centesimi al litro. Al momento dell’erogazione si potrà anche scegliere tra acqua liscia, refrigerata o frizzante

LEGGI ANCHE: Marche Multiservizi investe 21 milioni sul servizio idrico a Pesaro Urbino

“UNA BUONA PRATICA DAL PUNTO DI VISTA AMBIENTALE”

“Una bella iniziativa- dice la sindaca Belpassi- frutto di un lavoro di squadra tra l’Aato e Marche Multiservizi, che in qualità di gestore è sempre vicino al territorio e mette a disposizione un importante servizio. La Casetta dell’acqua rappresenta una buona pratica dal punto di vista ambientale e culturale: bere quest’acqua è sicuro, comodo ed ecologico”. Le Casette dell’acqua aiutano la sostenibilità: riducono il consumo di bottiglie di plastica, evitano le emissioni di C02 in atmosfera derivanti dal loro trasporto e dal loro recupero e, allo stesso tempo, si ha accesso a un’acqua buona, sicura e garantita. Le oltre 160 analisi al giorno effettuate nel territorio servito ne attestano la qualità e nel 99,9% dei casi sono conformi alla legge, rendendo sicuro oltre che ecologico, economico e comodo bere l’acqua del rubinetto o delle Casette dell’Acqua

LEGGI ANCHE: Marche Multiservizi, ok dei soci a bilancio: valore di produzione di 136 milioni di euro

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-11-23T19:31:23+01:00