Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Comunali L’Aquila, sei scenari possibili ma sempre Biondi vincitore: il sondaggio Dire Tecnè

cialente_biondi_pezzopane
Al Pd il maggior numero di voti (25%), ma in termini di coalizione la maggior parte delle preferenze le conquisterebbero i partiti di centrodestra (52%) con il Movimento 5 Stelle al 6,9%
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

L’AQUILA – Sei scenari possibili e in tutti e sei l’attuale sindaco de L’Aquila, Pierluigi Biondi, ottiene la maggior parte dei consensi, sebbene con un alto tasso tra indecisi e astensionisti. In tutti i casi Biondi si troverebbe confermato al primo turno, dal momento che è accreditato – a prescindere dallo sfidante – di una percentuale superiore al 50% in tutte le simulazioni di voto. Per l’opposizione di centrosinistra il candidato che ottiene il maggior numero di consensi è la deputata del Pd Stefania Pezzopane. È quanto emerge dal sondaggio Dire-TecnèL’Aquila verso le amministrative 2022′ pubblicato oggi, martedì 23 novembre, e condotto su un campione di popolazione rappresentativo di entrambi i sessi e di tutte le età in vista delle elezioni comunali in programma la prossima primavera.

comunali_l'aquila_scenario1

Alla domanda “chi voterebbero come sindaco”, nel primo scenario l’attuale primo cittadino in quota Fratelli d’Italia otterrebbe il 51,9% dei voti a fronte del 30,7% di Americo Di Benedetto, attuale consigliere regionale con la lista Legnini Presidente. Agli “altri partiti” andrebbe il 17,4% dei voti con astensione e incerti al 43,8%.

comunali_l'aquila_scenario2

Nel secondo scenario Biondi otterrebbe il 52,8% delle preferenze a fronte del 31% di Stefano Palumbo, attuale capogruppo comunale del Partito Democratico al Comune de L’Aquila. Agli “altri candidati” andrebbe quindi il 16,2% dei voti con il dato di astensione e incerti al 45,6%.

comunali_l'aquila_scenario3

Nel terzo scenario, quello che vedrebbe correre alla poltrona di sindaco Biondi e Carlo Benedetti, presidente della commissione regionale di garanzia del Partito Democratico, il sondaggio parla del 52,5% delle preferenze per l’attuale sindaco, con Benedetti appena dietro con il 30,9% dei voti. In questo scenario agli “altri candidati” andrebbero il 16,6%, mentre il dato di astensione-incerti sarebbe del 45,1%.

comunali_l'aquila_scenario4

Quindi il quarto scenario con Pierluigi Biondi al 52,5%, a fronte del 34,2% di voti che incasserebbe la deputata Pd Stefania Pezzopane. Agli “altri candidati” il 13,3% con il dato di astensionismo e incerti al 45,1%.

comunali_l'aquila_scenario5

Nel confronto con l’ex sindaco Massimo Cialente, Biondi incasserebbe il 52,9% dei voti a fronte del 30,6% di Cialente, con gli “altri candidati” che si dividerebbero il 16,5% dei voti e il dato di astensione-incerti al 45,8%.

comunali_l'aquila_scenario6

Infine, lo scenario che vedrebbe Biondi contendersi il ruolo di primo cittadino con l’ex presidente vicario della Regione Abruzzo Giovanni Lolli. Secondo le rilevazioni anche in questo caso Biondi otterrebbe il maggior numero di preferenze (51,1%). Lolli si fermerebbe al 30,4%. Gli “altri candidati” incasserebbero il 18,5% con il dato degli astensionisti-incerti al 42,7%.

SONDAGGIO DIRE-TECNÈ: A L’AQUILA PD PRIMO PARTITO AL 25%, FDI AL 21,9%

Al Pd il maggior numero di voti (25%), ma in termini di coalizione la maggior parte delle preferenze le conquisterebbero i partiti di centrodestra (52%) con il Movimento 5 Stelle al 6,9%. Queste, dunque, le intenzioni di voto espresse dagli intervistati : Fratelli d’Italia 21,9%, Lega 19,8%, Forza Italia 9%, altri partiti di centrodestra 1,3%; Pd 25%, altri partiti di centrosinistra 8,4%, Movimento 5 Stelle 6,9%, Sinistra Italiana 1,9%, altri partiti 5,8%. A dichiarare il voto è stato il 52,1% degli intervistati. La percentuale di astensionisti-incerti è stata del 47,9%.

soddisfazione_cittadini_laquila

DIRE-TECNÈ: CITTADINI SODDISFATTI SU CULTURA E RIFIUTI

Bene cultura e sport, ma anche il servizio di raccolta dei rifiuti. È quanto emerge dal sondaggio Dire-Tecnè “L’Aquila verso le amministrative 2022” pubblicato oggi, martedì 23 novembre. Queste le rilevazioni per ogni aspetto: per la cultura, come detto, il giudizio è positivo per il 70% degli intervistati; per la raccolta dei rifiuti urbani si dichiara soddisfatto il 67,6%; per quanto riguarda il decoro, l’arredo urbano, la pulizia, l’illuminazione e il verde un giudizio positivo è stato espresso dal 63,8% delle persone coinvolte. Sul fronte turismo soddisfatto il 59,7% del campione; il 55,5% lo è per la mobilità, i parcheggi e la cura delle strade. Giudizio positivo su scuola e servizi dell‘infanzia è stato dato dal 51,4% degli intervistati, con il 51,2% che si è detto soddisfatto per la riqualificazione delle aree degradate. Sotto il 50% il giudizio positivo riguardo l’attenzione data alle frazioni del capoluogo abruzzese (49,9%); in merito alla valorizzazione del progetto case e dei Map (48,4%); in merito allo sviluppo economico e del commercio (48%) e per quanto riguarda la sicurezza personale (47%), oltre ai già citati servizi sociali (46%).

DIRE-TECNÈ : “IL 47,5% DEI CITTADINI SODDISFATTI DELLA QUALITÀ DELLA VITA”

Il 47,5% degli aquilani giudica positivamente la qualità della vita della famiglia nel capoluogo abruzzese, mentre per il 52,5% non è così. Rispetto al 2019, è emerso dal sondaggio, per il 28,1% degli intervistati le condizioni economiche sono migliorate, mentre per il 41% la situazione è rimasta invariata con il 30,9% che ha invece dichiarato di vivere una condizione economica peggiore rispetto a due anni, prima cioè che sul Paese si abbattesse l’emergenza Covid.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»