Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Tg Politico Parlamentare, edizione del 23 novembre 2020

Ecco i titoli dell'edizione di oggi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

NATALE A PROVA DI COVID

Regioni e governo di nuovo ‘muro contro muro’. L’esecutivo vuole evitare ad ogni costo una nuova impennata del contagio dopo le feste natalizie. Per questo lavora a uno stop delle vacanze sulla neve che comprenda l’utilizzo degli impianti sciistici. Per le regioni si tratta di una misura in grado di provocare un danno irreversibile all’economia della montagna. Per valutare una eventuale alternativa i governatori chiedono un incontro urgente. Sul tavolo di Palazzo Chigi c’e’ anche il nodo degli incontri familiari. Si tratta di un tema che divide lo stesso governo, dove si fronteggiano i fautori del rigore, come il ministro della salute Roberto Speranza, e quelli favorevoli a consentire il rincongiungimento tra familiari, seppure rispettando alcuni accorgimenti. Per il periodo natalizio sara’ previsto un allentamento del coprifuoco, prima fino alle 23, poi, la notte di Natale, fino alle 24.

BONUS ED EXTRA CASHBACK PER I REGALI

Il Tar del Lazio ha respinto il ricorso presentato dall’associazione italiana rivenditori di elettrodomestici contro il piano voucher del governo. Gli esercenti contestavano il bonus da 500 euro per l’acquisto di pc, tablet e internet rivolto alle famiglie a basso reddito. Secondo il Tar, il piano è pienamente legittimo. ‘È estremamente importante far capire che la misura è rivolta alle fasce deboli della popolazione’, ricorda il ministro dello Sviluppo Economico Stefano Patuanelli. Nel frattempo il governo prepara per Natale un rimborso sui consumi, il cosiddetto extra cashback che dovrebbe portare più soldi agli italiani e sostenere i consumi. Secondo le anticipazioni, ammonterebbe al 10% degli acquisiti, fino a 150 euro.

ITALIANI PIU’ POVERI

Sarà un Natale povero per 5 milioni di italiani che hanno difficoltà a mettere in tavola un pasto, mentre 7 milioni e mezzo di famiglie hanno avuto un peggioramento del tenore di vita. E’ quanto emerge dal secondo rapporto Censis-Tendercapital presentato oggi in Senato. Secondo i ricercatori sono 600mila i nuovi poveri. Il 60% degli intervistati ritiene inoltre che la perdita del lavoro, o del reddito, sia un evento possibile nel prossimo anno. E’ una società “più impaurita e diseguale”, dice il presidente del Censis Giuseppe De Rita. Intanto Confindustria critica la manovra economica del governo: misure deboli sulla crescita e timide sul fisco, dicono gli industriali.

MENO MIMOSE PIU’ KARATE CONTRO LE VIOLENZE

Assistere le donne che hanno subito violenza con un supporto legale e medico ma anche con un corso di arti marziali. E’ il progetto dell’assocazione Difesa Legittima Sicura, presentato oggi a Palazzo Madama con il supporto dei senatori Maurizio Gasparri e Daniela Sbrollini. ‘Meno mimose e più karate, difendersi è legittimo’, sostiene il coordinatore nazionale dell’associazione Roberto Paradisi. L’iniziativa sara’ attiva nelle palestre di 17 regioni. Sbrollini ricorda che ogni anno nel mondo sono 50mila i femminicidi. “Ben vengano interventi come questo”, dice la senatrice.

:

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»