Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Coronavirus, per il vaccino AstraZeneca efficacia tra il 62% e il 90%

Efficacia media del 70,4%, la differenza dipende da due diversi metodi di somministrazione delle dosi del vaccino
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Un range di efficacia che varia dal 62% al 90% in base ai regimi di dosaggio somministrati e che, combinando i dati dei due differenti trial clinici, si attesta al 70,4%. Sono questi, secondo l’università di Oxford, i dati degli studi clinici condotti nel Regno Unito e in Brasile sul candidato vaccino anti coronavirus sviluppato in collaborazione con la casa farmaceutica AstraZeneca.

Un regime di dosaggio del vaccino ha mostrato un tasso di efficacia del 90% quando AZD1222 è stato somministrato come mezza dose, seguita da una dose intera ad almeno un mese di distanza, mentre un altro regime di dosaggio ha mostrato un’efficacia del 62% quando somministrato in due dosi intere ad almeno un mese di distanza.

AstraZeneca ha aggiunto che non sono stati riscontrati problemi di sicurezza gravi correlati al vaccino e che si sta, pertanto, preparando a richiedere l’autorizzazione di emergenza all’Organizzazione Mondiale della Sanita’ per distribuire il vaccino nei paesi a basso reddito e a presentare i dati alle autorita’ di tutto il mondo per l’approvazione condizionale o anticipata.

Secondo la Bbc, “i risultati dei test saranno visti al contempo come un trionfo e come una delusione, perche’ i vaccini proposti da Pfizer e Moderna hanno rivelato un’efficacia di circa il 95 per cento”. L’emittente britannica ha sottolineato pero’ che rispetto agli altri prodotti il preparato dell’Universita’ di Oxford, di Astrazeneca e di Irbm e’ “piu’ facile da conservare e da far arrivare in ogni angolo del mondo“.

I test sono stati effettuati su circa 20.000 volontari, per meta’ nel Regno Unito e per meta’ in Brasile. Irbm Science Park e’ una societa’ italiana, fondata nel 2009 a Pomezia, operante nel settore della biotecnologia molecolare, della scienza biomedicale e della chimica organica. Astrazeneca e’ un’azienda biofarmaceutica svedese-britannica. Il suo focus sono la ricerca scientifica, lo sviluppo e nella commercializzazione di farmaci con obbligo di prescrizione medica per patologie cardiovascolari, metaboliche, respiratorie, infiammatorie, autoimmuni, oncologiche, infezioni e disturbi del sistema nervoso centrale.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»