L’Italia colpita dal maltempo, è allerta dal Piemonte alla Calabria

Continua a piovere in Liguria, mentre molte regioni alzano il livello di guardia: il picco nella notte tra sabato e domenica
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – L’approfondimento di una saccatura sul Mediterraneo occidentale sta determinando un ulteriore peggioramento delle condizioni meteorologiche sulle regioni di nord-ovest dell’Italia, con precipitazioni intense e persistenti che si protrarranno fino alla giornata di domani. Nelle prossime ore, inoltre, la fase di maltempo si estenderà al Centro-Sud, con intensificazione dei venti dai quadranti meridionali.

Per l’intera giornata di domani, un flusso di correnti sud-orientali investirà tutti i settori ionici, associato a precipitazioni intense che assumeranno carattere di persistenza, specie sulla Calabria.

Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile d’intesa con le regioni coinvolte – alle quali spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati – ha emesso un ulteriore avviso di condizioni meteorologiche avverse che integra ed estende quello diffuso ieri.

I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche che sono riportate, in una sintesi nazionale, nel bollettino nazionale di criticità e di allerta consultabile sul sito del Dipartimento (www.protezionecivile.gov.it).

L’avviso prevede dal pomeriggio di oggi, sabato 23 novembre, venti di burrasca dai quadranti meridionali, con rinforzi fino a burrasca forte, sulla Sicilia, in estensione nel corso della prossima notte a Calabria, Basilicata e Puglia e, dalla mattinata di domani, domenica 24 novembre, ai settori adriatici di Molise, Abruzzo e Marche. Previste mareggiate lungo le coste esposte, più intense sui settori ionici.

Dalla serata di oggi si prevedono precipitazioni da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, sulla Sicilia, in estensione nel corso della prossima notte a Campania e Calabria e, dalla mattinata di domani, a Basilicata, Puglia, Molise, Abruzzo e Marche, assumendo carattere di persistenza sui settori ionici, dove i quantitativi risulteranno essere abbondanti. Le precipitazioni saranno accompagnate da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento.

Dal pomeriggio di domani, inoltre, persisteranno precipitazioni da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o forte temporale, sull’Emilia-Romagna.

Sulla base dei fenomeni previsti e in atto è stata valutata per la giornata di domani, domenica 24 novembre, allerta rossa in Calabria e su alcuni settori di Piemonte e Liguria. Valutata allerta arancione su settori di Piemonte e Veneto, su gran parte dell’Emilia-Romagna, sull’area centro-meridionale delle Marche, sul Lazio meridionale, sul versante costiero della Campania, in Puglia, su gran parte di Basilicata e Sicilia.

Allerta gialla, inoltre, in Valle d’Aosta, Trentino Alto Adige, Toscana, Umbria, Abruzzo, Molise, su alcuni settori della Lombardia, sull’area meridionale del Friuli Venezia Giulia, sui restanti territori di Piemonte, Veneto, Emilia-Romagna, Lazio, Campania, Basilicata, Puglia e Sicilia.

MALTEMPO. PROTEZIONE CIVILE LAZIO: CRITICITÀ DA STASERA E PER 24 ORE

“Il Centro Funzionale Regionale ha adottato oggi un bollettino di criticità con indicazione che da stasera e per le successive 18-24 ore si prevede nelle zone di allerta del Lazio: criticità idrogeologica codice arancione su Aniene, Bacini Costieri Sud e Bacino del Liri; criticità idrogeologica codice giallo su Bacini Costieri Nord, Bacino Medio Tevere, Appennino di Rieti e Roma; criticità idraulica codice giallo su tutte le zone di allerta. La Sala operativa permanente della Regione Lazio ha diramato l’allertamento del Sistema di Protezione Civile Regionale e invitato tutte le strutture ad adottare tutti gli adempimenti di competenza. Si ricorda, infine, che per ogni emergenza la popolazione potrà fare riferimento alle strutture comunali di Protezione Civile alle quali la Sala operativa regionale garantirà costante supporto”. Lo comunica in una nota la Protezione Civile del Lazio.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

23 Novembre 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»