Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Salvini: “Ho scritto a Draghi, no ad interventi a gamba tesa sulle pensioni”

Il leader del Carroccio: "Sbagliato rifinanziare il Reddito di Cittadinanza e tagliare le pensioni"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

PALERMO – “Mentre ero in aula ho scritto al presidente Draghi: sono a disposizione per incontrarlo da oggi in avanti quando vuole perché sarebbe un errore rifinanziare il Reddito di cittadinanza e tagliare le pensioni“. A dirlo è stato il segretario della Lega, Matteo Salvini, a Palermo, parlando con i giornalisti al termine dell’udienza sul processo Open Arms.

LEGGI ANCHE: Salvini in tribunale per il caso Open Arms: “Processo politico organizzato dalla sinistra”

“Se non vuoi chiamarla ‘Quota 100’ e vuoi chiamarla con un altro nome va bene – ha aggiunto Salvini- l’importante che dall’1 gennaio non ci siano ‘scalini’ o ‘scaloni’, né riavvicinamenti della Fornero e che venga garantito il diritto alla pensione dopo una vita di lavoro ai precoci, alle donne, ai lavoratori usuranti, ai dipendenti di piccole e media imprese”.

LEGGI ANCHE: Pensioni, Cgil gela Draghi: “Quota 102 e 104 misura inutile, solo 10 mila persone coinvolte”

“Siamo sulla buona strada: i dati economici sono positivi, il Covid sta arretrando e la salute sta avanzando quindi intervenire a gamba tesa sulle pensioni non mi sembra il modo migliore per far rialzare il Paese, anche perché ricordo che ‘Quota 100’ ha dato lavoro anche a centinaia di migliaia di giovani. Ma anche su questo troveremo un accordo con il presidente Draghi, come sempre abbiano fatto in questi mesi”, conclude Salvini.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»