Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

L’Africa? I media italiani la raccontano poco e male

Dossier 'L’Africa MEDIAta' sviluppato da Amref insieme all’Osservatorio di Pavia, presentato al Binario F alla stazione Termini
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Un’Africa lontana, martoriata da guerre e povertà, esportatrice di immigrati e criminalità: così i media italiani tendono a parlare, peraltro poco, del terzo continente al mondo per estensione. A evidenziarlo ‘L’Africa MEDIAta’, lo studio “più autorevole mai realizzato in questo campo”, sottolinea Massimo Bernardini, giornalista e presentatore tv.

Il dossier, presentato oggi al ‘Binario F’ presso la Stazione Termini di Roma, è stato sviluppato da Amref, ong che si occupa di salute in Africa, insieme con l’Osservatorio di Pavia, istituto di ricerca indipendente specializzato nell’analisi dei media. Il rapporto ha analizzato quanta e quale Africa i media italiani trattano, prendendo in considerazione 30 episodi di serie tv, 65 programmi di informazione, 80mila notizie lanciate dai telegiornali, 800 notizie di prima pagina dei giornali cartacei e infine 21.600 mila post di Facebook e 50mila tweet.

“L’Africa in prima pagina difficilmente fa notizia. Si parla solo di alcuni conflitti, ossia quelli che hanno il carattere della prossimità”, ha sottolineato Paola Baretta, membro del team dell’Osservatorio di Pavia che ha condotto lo studio. Nei primi sei mesi del 2019 l’Africa nei media italiani è risultata quantitativamente poco presente, tanto che nei telegiornali delle 9 reti prese in considerazione se ne è parlato solo nel 2,4% dei casi. Solo 22 titoli delle prime pagine dei quotidiani in media hanno riguardato l’Africa, con una prevalenza di notizie sul Nord Africa e in particolare sulla Libia. Nei 30 episodi di fiction presi in considerazione, dei 304 personaggi analizzati il 72% sono occidentali, con gli africani che più raramente ricoprono ruoli principali e interpretano professioni intellettuali.

Sui social, infine, l’indagine ha riguardato le pagine Facebook e Twitter delle principali testate giornalistiche nei mesi di maggio e giugno: solo l’1,4% dei 21.610 post di Facebook ha riguardato l’Africa, un dato che scende addirittura allo 0,9% per i 54mila tweet analizzati.

“Aiutateci a restituire un’immagine dell’Africa che non sia solo migrazione, solo dramma” l’appello rivolto da Guglielmo Micucci, direttore di Amref Health Africa in Italia. Alla presentazione hanno partecipato anche Lucia Duraccio, caporedattore Esteri del Tg1, Esther Elisha, attrice, Sonny Olumati, attivista, Maria Cuffato del Tg3 Mondo, Laura Pertici, caporedattore centrale de ‘La Repubblica’, Eddie Settembrini, autore di ‘Lercio’, Marco Tarquino, direttore di ‘Avvenire’ e Giacomo Ciarrapico, autore di ‘Boris’.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»