Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Legalizzazione della cannabis, anche Vasco ‘chiama’ per la raccolta firme

Vasco Rossi
In tutta Italia si stanno raccogliendo firme sulla legge popolare per la cannabis legale. La mobilitazione 'Last Legalizziamo Days' è in corso fino a stasera
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

vasco rossiROMA – La campagna Legalizziamo! incassa un altro ‘endorsement’ pesante: quello di Vasco Rossi, che sulla sua pagina Fb ha condiviso il link alla mappa dei tavoli dove in tutta Italia si stanno raccogliendo firme sulla legge popolare per la cannabis legale promossa da Radicali Italiani e Associazione Luca Coscioni in collaborazione con le più importanti organizzazioni antiproibizioniste.

Si allarga dunque il fronte delle personalità che hanno scelte di sostenere la campagna, tra cui Roberto Saviano, gli Almamegretta, DJ Claudio Coccoluto, Gianmarco Tognazzi, Emma Bonino, Ilaria Cucchi, Giulia Innocenzi, Omar Pedrini, Mina Welby, Livia Turco, Sergio Staino, Pecoraro Scanio, Pierluigi Battista, Ascanio Celestini, Piotta.

E cresce anche la mobilitazione ‘Last Legalizziamo Days’, in corso fino a stasera per raccogliere le ultime firme che mancano al traguardo delle 50 mila necessarie. Sono infatti quasi 150, in decine di città italiane, i banchetti dove in questi tre giorni i cittadini si stanno mettendo in coda per sottoscrivere la legge di iniziativa popolare per la legalizzazione della cannabis e la decriminalizzazione dell’uso personale di tutte le sostanze.

“Ringraziamo Vasco per aver scelto ancora una volta di starci accanto nella lotta antiproibizionista, che da decenni lo unisce ai radicali e a Marco Pannella insieme a tante altre battaglie”, commentano il segretario di Radicali Italiani Riccardo Magi e il tesoriere dell’Associazione Luca Coscioni Marco Cappato.

“Il suo aiuto, soprattutto ora che lo scontro sul referendum sta cancellando dai media ogni dibattito sulle libertà civili, è davvero importante per informare i cittadini e portarli a firmare alle centinaia di banchetti dove militanti radicali, volontari e organizzazioni partner stanno davvero dando il massimo. Grazie quindi a tutti coloro che si stanno impegnando concretamente per raggiungere un obiettivo vicino, ma ancora da conquistare, per portare la nostra legge popolare all’attenzione del Parlamento, dove la discussione sulla cannabis legale rischia di arenarsi a causa delle resistenze proibizioniste che rispondono a giochini politici e non alla volontà del Paese”, concludono.

La legge popolare Legalizziamo è promossa da Radicali Italiani e Associazione Coscioni in collaborazione con Possibile, A Buon Diritto, Coalizione Italiana per le Libertà Civili e Democratiche, Forum Droghe, Antigone, La PianTiamo, Società della Ragione e di decine di grow shop/canapai italiani. Sostegno alla campagna è arrivato anche da diversi parlamentari e membri dell’Intergruppo Cannabis Legale, come Benedetto Della Vedova, Giuseppe Civati, Roberto Giachetti, Daniele Farina, Stefano Fassina, Andrea Maestri, Eleonora Bechis; dai sindaci Federico Pizzarotti, Luigi De Magistris, Chiara Appendino, dal presidente della Regione Piemonte Sergio Chiamparino e da altri amministratori locali.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»