Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Tg Cultura, edizione del 23 settembre 2021

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

– ATTESA PER LA DECISIONE DEL CTS SULLA CAPIENZA DELLE SALE

Con l’obbligo del Green pass aumentare la capienza delle sale cinematografiche, dei teatri e degli spazi dedicati allo spettacolo dal vivo. È l’appello lanciato dagli operatori al Governo Draghi e al Comitato tecnico scientifico che entro il 30 settembre dovrà sciogliere la riserva. Alla richiesta della categoria si è aggiunta anche quella del ministro della Cultura, Dario Franceschini: “Il settore ha accettato in questi mesi le regole imposte dall’emergenza, ora è il momento di fare un passo avanti”, ha detto il ministro.

– SABATO E DOMENICA TORNANO LE GIORNATE EUROPEE DEL PATRIMONIO

Sabato 25 e domenica 26 settembre tornano le Giornate europee del Patrimonio, la più estesa e partecipata manifestazione culturale d’Europa. All’iniziativa, che quest’anno ha scelto il tema ‘Patrimonio culturale: tutti inclusi!’, hanno aderito molti degli istituti italiani, che tra gli eventi propongono aperture straordinarie serali al costo simbolico di un euro. Tra questi, il Parco archeologico del Colosseo e la Galleria nazionale di arte moderna e contemporanea, gli Uffizi, il Castel Sant’Elmo e il Museo del Novecento a Napoli.

– MAXXI PIÙ ACCESSIBILE CON IL PROGETTO MIXT – MUSEI PER TUTTI

Il Maxxi sempre più accessibile, inclusivo, accogliente e tecnologico grazie a Mixt – Musei per tutti. Il progetto, finanziato dall’Unione europea, è frutto di un lavoro interdisciplinare di due anni che ha coinvolto educatori, progettisti, tecnici informatici e un team di persone cieche e sorde. Con Mixt il Museo mette a disposizione audioguide e videodescrizioni in lingua Lis italiana e internazionale, oltre a modelli tattili, una piattaforma web e una App dedicata per scoprire gli spazi di Zaha Hadid da prospettive inedite.

– SU NETFLIX UN DOC SULL’AMICIZIA TRA MUHAMMAD ALI E MALCOLM X

“Hanno ispirato una generazione di uomini a essere se stessi e audaci. Grazie a loro, è cambiato il modo in cui il mondo vedeva i neri”: recita così il trailer del documentario ‘Blood Brothers: Malcom X & Muhammad Ali’ prodotto da Netflix, già disponibile sulla piattaforma di streaming. Il film racconta il rapporto di amicizia tra il pugile che diventò leggenda vincendo per tre volte il titolo mondiale dei pesi massimi, e Malcom X, attivista per i diritti civili che aderì alla Nazione dell’Islam (Noi), il movimento nero e musulmano nato negli Anni 30 a Detroit.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»