Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Iniziati gli screening ministeriali nelle ‘scuole sentinella’ della Valle d’Aosta

test-salivari-bambini
Ogni 15 giorni verranno prelevati 116 campioni a rotazione su alunni nella fascia di età 6-14 anni
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

AOSTA – Sono la scuola primaria e secondaria di primo grado di Morgex, la primaria e la secondaria di primo grado dell’istituzione scolastica “Emile Lexert” di Aosta, la secondaria di primo grado dell’istituzione scolastica Mont Rose A e la scuola primaria “Elio Reinotti”, entrambe a Pont-Saint-Martin, le ‘scuole sentinella individuate nella nostra regione che si stanno sottoponendo in questi giorni alla campagna di screening ministeriale tramite tamponi salivari molecolari.

Nello specifico, si tratta di “116 campioni, numero stabilito dal ministero sulla base della popolazione scolastica, da prelevare ogni 15 giorni su alunni nella fascia di età 6-14 anni che si sottoporranno volontariamente a rotazione nei quattro plessi scolastici individuati d’intesa tra la Sovraintendenza agli studi e le autorità sanitarie regionali”, annuncia l’assessore all’Istruzione Luciano Caveri, in risposta ad un’interpellanza proposta dal consigliere della Lega Vda Simone Perron, in apertura della seconda giornata di lavori del Consiglio Valle. Ai fini dello screening, sono state individuate anche le scuole primarie e secondarie dell’istituzione scolastica “Eugenia Martinet” di Aosta, quale eventuale supplente, da febbraio 2022, dell’istituzione scolastica “Émile Lexert”.

L’Usl della Valle d’Aosta ha anche ricevuto i 5mila tamponi salivari antigenici “che potranno essere utilizzati per la sorveglianza sanitaria delle classi, quando emerga un caso di positività e sarà valutata la possibilità di impiegarli per evitare la quarantena a tutta la classe, eseguendo dei test nei giorni successivi, così come già deciso dalla Regione Marche”, puntualizza Caveri, ricordando che “la vaccinazione nella scuola è l’unico antidoto contro il ritorno della didattica a distanza”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»