Roma, Raggi: “Patto Pd-M5s per farmi fuori? Di Maio-Crimi sconvolti, no margini d’intesa con i dem”

La sindaca di Roma: "Abbiamo invertito la rotta riportando legalità e trasparenza"
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – “Questa mattina ho sentito direttamente sia Di Maio che Crimi ed erano entrambi sconvolti, tanto che hanno pubblicamente smentito l’ipotesi”. Lo ha detto la sindaca di Roma, Virginia Raggi, a margine di una conferenza stampa, commentando l’ipotesi di un patto Pd-M5S per estrometterla dalla corsa al Campidoglio arrivando al ritiro della sua ricandidatura per giungere a un’alleanza e a un candidato sindaco unitario.

LEGGI ANCHE: M5s, la linea di Di Maio: “Il modello delle alleanze alle amministrative ha funzionato”

“Per quanti anni questa citta’ e’ stata governata dal Pd? Chi ha portato al depauperamento il Servizio giardini, io? Chi e’ che non ha bandito le gare ne’ programmato interventi sul verde, io? Noi abbiamo invertito la rotta e riportato legalita’ e trasparenza esattamente come mi ero impegnata a fare in campagna elettorale: quando ho detto di essere pronta a ricandidarmi l’ho fatto perche’ intendo continuare su questa strada, e’ evidente che questa e’ la mia visione ed e’ anche la visione del M5S su Roma, che intende muoversi cosi'”.

Per Raggi “le altre forze politiche hanno gia’ dato ampiamente prova di quello che sanno fare in questa citta’, quindi non credo ci siano margini per ragionamenti diversi se si vuole continuare nella direzione che abbiamo intrapreso, e io voglio farlo”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

23 Settembre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»