Botte e minacce alla fidanzata 14enne incinta, arrestato uomo a Catania

La vittima aveva abortito già un'altra volta per paura
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

PALERMO – Mesi di botte, una gravidanza interrotta proprio per paura e le minacce subite davanti alla decisione di allontanarsi dal compagno che alla fine è stato arrestato. Fine di un incubo per una ragazzina di 14 anni di un paesino del Catanese, che aveva visto la sua storia sentimentale con un 24enne trasformarsi in un vero inferno. La vittima, dopo una prima gravidanza interrotta volontariamente e di nascosto dalla propria madre, viene picchiata dal compagno che avrebbe voluto diventare padre. Dopo un primo allontanamento, ritorna con il 24enne e rimanendo nuovamente incinta: a questo punto decide di portare avanti la seconda gravidanza ma gli schiaffi e i calci subiti continuamente dal compagno la portano a confidarsi con la madre e a lasciare l’uomo che inizia a perseguitarla. L’incubo svanisce nel corso dell’ennesimo inseguimento da parte del 24enne alle due donne, con l’intervento dei carabinieri e l’arresto dell’uomo che ora si trova rinchiuso nel carcere Piazza Lanza di Catania.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

23 Settembre 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»