Savona: “Puntiamo a 16 miliardi di investimenti, così Pil al 2% e vincoli ok”

"Io spero ancora che l'Ue abbia un guizzo di vitalità e mandi un messaggio che non è il guardiano della stabilità ma dello sviluppo nella stabilità"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Dobbiamo risalire al 2% di crescita, questa è la nostra ambizione. Io ho fatto un piano da 50 miliardi ma spero si riesca a spendere intanto 16 miliardi per gli investimenti”. Così “anche il rispetto dei parametri sarà più semplice” perchè sale il pil. Lo dice il ministro degli Affari europei, Paolo Savona, intervistato da Lucia Annunziata a ‘1/2h in più’ su Raitre.

UE. SAVONA: SPERO ABBIA GUIZZO DI VITALITÀ, SERVE SVILUPPO

“Io spero ancora che l’Ue abbia un guizzo di vitalità e mandi un messaggio che non è il guardiano della stabilità ma dello sviluppo nella stabilità”. Lo dice il ministro degli Affari europei, Paolo Savona, intervistato da Lucia Annunziata a ‘1/2h in più’ su Raitre.
Le due cose “devono camminare insieme, altrimenti il sistema comincia a degradare”, sottolinea.

SAVONA: C’È ARMONIA, DI MAIO E SALVINI RAGIONEVOLI E CONTE MEDIA

“Nel gruppo di lavoro c’è molta armonia. Conte, Tria, Moavero e i due vicepremier sono sorprendentemente ragionevoli, non sono incoscienti”. Lo dice il ministro degli Affari europei, Paolo Savona, intervistato da Lucia Annunziata a ‘1/2h in più’ su Raitre.

C’è “un serio dibattito, non un conflitto tra tecnici e politici” e c’è “il metodo Conte, io credo nella capacità di mediazione del premier”, conclude.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»