Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Sindaci calabresi stilano le priorità da sottoporre ai candidati alle prossime elezioni regionali

sindaci calabria-min
Alla riunione presenti anche il primo cittadino di Reggio Calabria Giuseppe Falcomatà, quello di Catanzaro Sergio Abramo, la sindaca di Vibo Valentia Maria Limardo e il sindaco di Crotone Vincenzo Voce
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

REGGIO CALABRIA – Un fronte comune di sindaci della Calabria che in un incontro oggi a Lamezia Terme hanno puntualizzato gli obiettivi da sottoporre in un documento ai candidati alla guida della Cittadella regionale che si confronteranno poi con le proposte avanzate. Alla riunione, tra gli altri, il sindaco metropolitano di Reggio Calabria Giuseppe Falcomatà, il sindaco di Catanzaro Sergio Abramo, la prima cittadina di Vibo Valentia Maria Limardo, il sindaco di Crotone Vincenzo Voce ed il presidente regionale di Anci e sindaco di Rende Marcello Manna.

Nel corso del confronto si è partiti dalle principali criticità che si sono registrate durante gli ultimi mesi estivi, su tutte il tema degli incendi e quindi la protezione e la cura delle aree boschive, ma anche le problematiche dall’atavica carenza idrica che sta interessando l’intero territorio regionale. Tra le priorità assolute individuate dai rappresentanti dei Comuni calabresi quindi, il ciclo integrato dei rifiuti, il ciclo dell’acqua e la depurazione, ed ancora il tema del dissesto idrogeologico e, come evidenziato dagli eventi delle scorse settimane, la protezione e la cura del territorio e delle risorse forestali.

“Una serie di temi – ha spiegato Falcomatà a margine dell’incontro – con i quali i sindaci si confrontano quotidianamente e che abbiamo deciso di affrontare in maniera collettiva, con l’obiettivo di proporre a livello regionale una piattaforma in grado di dare delle risposte concrete a chi amministra ma soprattutto all’intera comunità calabrese. Insieme ai colleghi sindaci – ha aggiunto – abbiamo voluto affrontare i problemi e le questioni più importanti in maniera collegiale ed attraverso una piattaforma unitaria, al di là di tutte le appartenenze geografiche o partitiche, che non devono rappresentare un limite al dialogo e soprattutto alla rappresentanza delle istanze territoriali”.

Le problematiche più importanti cui vanno incontro i Comuni e quindi i cittadini calabresi sono, ha ricordato Falcomatà, “questioni che affondano le loro radici molto indietro nel tempo e che sono frutto di una scarsa o addirittura nulla capacità di programmazione da parte della politica regionale. In questo senso – ha concluso – chiediamo un’attenzione particolare alle priorità individuate, sulle quali è necessario agire con urgenza per un’attività di riforma, in termini organizzativi e di risorse, soprattutto nella fase della programmazione regionale che ha ovviamente ricadute decisive sui territori”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»