hamburger menu

Regeni, 200 accademici dicono no alle intese Uk-Egitto

ROMA - Oltre 200 accademici del Regno Unito hanno scritto una lettera al quotidiano britannico 'The Guardian' per protestare contro

Pubblicato:23-08-2018 13:38
Ultimo aggiornamento:17-12-2020 13:29
Canale: Mondo
Autore:
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

ROMA – Oltre 200 accademici del Regno Unito hanno scritto una lettera al quotidiano britannico ‘The Guardian’ per protestare contro la collaborazione accademica tra Londra e Il Cairo, ricordando l’assassinio di Giulio Regeni e sottolineando che l’Egitto non rispetta i diritti umani.

Docenti e ricercatori contestano una serie di accordi che hanno aperto la possibilità, per le istituzioni britanniche, di stabilire campus internazionali in Egitto e di iniziare altre collaborazioni accademiche di vario genere.

Gli studiosi mettono in discussione “la saggezza e la legittimità di fare affari come se nulla fosse con un regime autoritario che attacca sistematicamente la ricerca, l’educazione e la libertà accademica”.

I firmatari della lettera di protesta temono inoltre che le partnership con l’Egitto potrebbero avere serie implicazioni per il personale e gli studenti nel Regno Unito, “nel quadro di una più ampia tendenza alla mercificazione dell’istruzione superiore”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2020-12-17T13:29:05+01:00