A Bologna riapre via Castiglione. E in piazza Verdi tornano (per sbaglio) i cubi

Non dovevano essere rimontati. Sarebbe stato un errore degli uffici tecnici del Comune di Bologna
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

BOLOGNA  – Ha riaperto questa mattina con quattro giorni di anticipo via Castiglione, in pieno centro a Bologna. Inizialmente previsto fino al 26 agosto, fa sapere il Comune in una nota, il cantiere è terminato ieri sera. Si sono dunque conclusi i lavori di ripristino del sottofondo e della pavimentazione stradale della strada, nel tratto tra piazza della Mercanzia e via Farini, e la circolazione è tornata alla normalità.

Nel frattempo, in piazza Verdi sono ricomparsi i cubi che nei mesi scorsi erano stati tolti per far spazio alle iniziative culturali estive in zona universitaria.

A segnalarlo è il comitato di via Petroni, che però sottolinea come il cattivo stato dell’arredo urbano non sia cambiato rispetto a prima.

I cubi infatti sono ricomparsi esattamente nelle stesse condizioni, ovvero con adesivi, tag e scritte varie. “Potevano almeno pulirli”, afferma il comitato. Polemiche contro il Comune le solleva anche Massimo Bugani, capogruppo M5s a Palazzo D’Accursio, che se la prende per i continui lavori nella ‘T’. “Il cantierone Rizzoli-Ugo Bassi è un colabrodo- attacca il grillino su Facebook- hanno pure il coraggio di raccontarci che è tutto normale e che era tutto previsto. Buttano via i vostri soldi e continuate a farvi prendere per i fondelli. Basoli cinesi, tubature in amianto non cambiate e ogni due settimane si riapre un cantiere che intralcia la viabilità. Milioni di euro per fare questo schifo e nessuno paga. Immaginatevi cosa sarebbe accaduto se questo disastro l’avesse fatto un sindaco del M5s. Povera Bologna, quanto dormi”, chiosa amaro Bugani.

IL COMUNE: “UN ERRORE, SARANNO RIMOSSI”

I cubi in piazza Verdi a Bologna sono riapparsi per sbaglio. Tolti nelle settimane scorse per far spazio alle iniziative culturali estive, spiegano da Palazzo D’Accursio, non dovevano essere rimontati. Sarebbe stato un errore degli uffici tecnici del Comune di Bologna, al quale sarà posto rimedio nei prossimi giorni con la rimozione definitiva dei cubi. Un piccolo pasticcio, insomma, che spiegherebbe anche perché i cubi sono stati riposizionati in piazza Verdi senza essere stati puliti prima da adesivi e scritte, come ha segnalato il comitato di via Petroni.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»